Top

Montaldo Presidente del David di Donatello

In seguito alla scomparsa di Gianluigi Rondi, Il regista ha assunto la direzione 'ad interim' di quello che è l'Oscar italiano

Montaldo Presidente del David di Donatello

GdS Modifica articolo

5 Novembre 2016 - 08.10


Preroll
Giuliano Montaldo, Presidente del David

OutStream Desktop
Top right Mobile

di Marco Spagnoli

Middle placement Mobile

@marco_spagnoli

“E’ una direzione ad interim, presto qualcuno più giovane di me dovrà presto subentrarmi.” Così Giuliano Montaldo commenta per telefono l’elezione a Presidente del David di Donatello, in seguito alla scomparsa di Gianluigi Rondi.

Dynamic 1

Personalmente ho avuto modo di conoscere bene Giuliano Montaldo avendo realizzato un documentario su di lui intitolato ‘Quattro Volte Vent’anni”.
La sua onestà, la sua integrità, la sua capacità manageriale (è stato a lungo il Presidente di Raicinema che ha contribuito a fondare) lo rendono la persona migliore possibile per l’incarico. Come fa notare lui stesso, la carta di identità e le sue 86 primavere sembrerebbero dire il contrario, ma non è così.

L’energia di Montaldo, la sua ironia, il suo essere un vero, grande gentiluomo capace di ascoltare e capire i giovani come tutti i veri grandi maestri (un’osservazione dello sceneggiatore Francesco Bruni presente anche nel doc), lo rendono la scelta migliore possibile che, speriamo, possa essere confermata quando verrà scelto il nuovo Presidente, magari con il coraggio di apportare quelle modifiche strutturali palesi che, limitando significativamente le storture, renderebbero finalmente il David pienamente autorevole.

Dynamic 2

Giuliano Montaldo è un grande Maestro che può ancora fare molto per il cinema e la cultura italiana. La sua elezione, per quanto apparentemente a tempo, è un’opportunità importante.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile