Top

Filippo Roma de Le Iene: "Siamo stati sequestrati all'interno dell'ambasciata della Costa d'Avorio"

Le Iene stavano facendo un servizio su un presunto mancato pagamento della Tari da parte dell'ambasciata quando sono stati chiusi dento ed è stato loro impedito di uscire

Filippo Roma de Le Iene: "Siamo stati sequestrati all'interno dell'ambasciata della Costa d'Avorio"

GdS

17 Dicembre 2019 - 15.49


Preroll

La Iena Filippo Roma e il suo operatore Fabrizio Airoli sono stati rinchiusi all’interno dell’ambasciata della Costa d’Avorio, dove stavano svolgendo un servizio su un presunto mancato pagamento della Tari proprio da parte dell’ambasciata. La troupe non è stata fatta uscire dalla sede diplomatica fino all’intervento dei carabinieri e in seguito sono stati portati in caserma per raccontare quanto è successo: 
“Ci hanno di fatto sequestrato all’interno dell’ambasciata della Costa d’Avorio in Italia, hanno fatto sparire telecamera, microfoni e schede e non ci fanno uscire da qui”, aveva racconta Arioli, raggiunto al telefono mentre era rinchiuso nell’ambasciata”. 
L’operatore de “Le Iene” aveva continuato a raccontare: “Dopo avere visitato una mezza dozzina di rappresentanze diplomatiche, tra cui quella del Camerun, del Sudan e della Turchia, questa mattina eravamo venuti all’ambasciata della Costa d’Avorio nella speranza di poter incontrare l’ambasciatore. Pare che l’ambasciata di questo paese avesse regolarizzato la sua posizione debitoria, ma non abbiamo fatto in tempo a chiedere spiegazioni. A un certo punto infatti sono arrivati 4 o 5 uomini della sicurezza e ci hanno tolto tutto, spiegando che non potevamo filmare all’interno. Ma non avrebbero alcun potere, perché l’ambasciata è territorio ivoriano. E da qui, dopo averci sequestrato il materiale, non ci fanno uscire, ci stanno trattenendo”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile