Natalie Portman in tv: "Jared Kushner? Un supercattivo"

L'attrice ha raccontato di essere stata amica del consigliere Usa e genero di Trump ai tempi di Harvard. Il rapporto è finito dopo l'elezione del presidente

Un frammento dall'intervista di Natalie Portman

Un frammento dall'intervista di Natalie Portman

GdS 16 giugno 2018

"Non è divertente dire qualcosa su qualcuno con il quale sei stato amico e che è poi diventato un super cattivo". Così l'attrice israelo-americana Natalie Portman ha definito Jared Kushner, consigliere della Casa Bianca e genero del presidente Usa Donald Trump durante un'intervista al programma tv 'The late show'.


Ospite del talk show di Stephen Colbert per promuovere il suo nuovo documentario 'Eating animals' ('Mangiando animali'), l'attrice ha parlato di Kushner, che è stato suo amico e compagno all'Università di Harvard.


Quando il presentatore le ha chiesto dettagli sui loro rapporti, Portman ha prima esitato. Poi, scoppiando in una risata, ha risposto: "Cosa posso dire?". "Tutto quello che vuoi, è un Paese libero", le ha detto Colbert. "Voglio dire, qualcosa degli ultimi giorni, giusto? Sfortunatamente, non è divertente dire qualcosa su qualcuno con il quale sei stato amico e che è poi diventato un super cattivo', ha detto Portman.


E ancora: "Ha pure detto in alcune interviste che ha perso gli amici a causa della politica. È come un'esfoliazione. Ho pensato che ha usato una metafora di un centro benessere".


"E quindi tu saresti una cellula di pelle morta?", l'ha provocata Colbert. Ma Portman ha risposto prontamente: "Ne sono orgogliosa". " Non era neanche un granché come studente, mi risulta", ha continuato il conduttore. "È vero, lo confermo", ha concluso l'attrice.