Top

Rischiatutto ha eletto il suo supercampione

Ingegnere 30enne proveniente da Perugia e già campione in carica di questa edizione con due vittorie in altrettante puntate

Rischiatutto ha eletto il suo supercampione

GdS Modifica articolo

23 Dicembre 2016 - 14.37


Preroll

Il vincitore di Rischiatutto è Giuseppe Pentassuglia, ingegnere 30enne proveniente da Perugia e già campione in carica di questa edizione con due vittorie in altrettante puntate ha sconfitto gli altri due campioni in gara, Stefano Orofino e Armando Vitolo, nella finalissima di giovedì, che ha ottenuto come sempre ottimi ascolti, con 2.584.000 spettatori e l’11,12% di share e con picchi sulle domande finali vicini al 20% di share. Rischiatutto si conferma secondo programma più visto di Rai3 subito dopo Che Tempo Che Fa, un successo che ha avuto grande seguito anche sul web, con l’hashtag #Rischiatutto nei Trending Topic di Twitter anche ieri sera.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Molto agguerrita la gara tra i tre finalisti, con un tabellone ricco di cultura pop che aveva visto il pubblicitario di Latina appassionato di Alberto Sordi terminare in largo vantaggio sugli altri due campioni calciofili. Rispondendo correttamente a una domanda su sette partite di debutto della Nazionale italiana in altrettanti Mondiali di calcio Pentassuglia ha raddoppiato il montepremi accumulato nella finalissima, aggiungendo 136mila euro alle sue vincite, che in totale ammontano così a 382mila euro: “Nelle ultime 3 settimane mi è successo qualcosa che nemmeno immaginavo – ha detto il supercampione a fine partita – Ero venuto per divertirmi e dimostrare il mio amore per gli Azzurri e torno a casa con qualcosa che non avrei mai sognato: sarà sicuramente un buon Natale!”.

Middle placement Mobile

In una puntata a tema natalizio con un parterre ricco di amici del programma, la presenza di Luciana Littizzetto come “materia vivente” ha portato buonumore, un tocco di satira sull’attualità e sugli ospiti in studio.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile