Top

Chi valuterà quali film meritano contributi? Ecco i cinque nomi

Pupi Avati, Daria Bignardi, Marina Cicogna, Enrico Magrelli e Paolo Mereghetti formano (gratis) la commissione. Franceschini annuncia 12 milioni per il museo Fellini

Chi valuterà quali film meritano contributi? Ecco i cinque nomi

GdS

31 Gennaio 2018 - 20.14


Preroll

Il regista Pupi Avati, la conduttrice tv e giornalista Daria Bignardi, la produttrice e sceneggiatrice Marina Cicogna, il critico cinematografico e voce di “Hollywood Party”, Enrico Magrelli, il critico (e titolare dell’annuale guida critica ai film dell’anno a suo nome) Paolo Mereghetti sono i cinque che da ora e per i prossimi tre anni valuteranno quali film e audiovisivi meritano il contributo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Li ha nominati il ministro Dario Franceschini. I cinque esperti formano la commissione a titolo gratuito. Come dice la nuova legge sul cinema varata nel 2017, non esiste più la commissione che censura i film. I cinque esperti “saranno chiamati a valutare in relazione alla qualità artistica o al valore culturale le opere dei giovani autori, le opere prime e seconde, i film difficili per concedere eventuali contributi alla loro scrittura, sviluppo, produzione e distribuzione nazionale e internazionale”, spiega la nota del dicastero. Come ha ricordato il ministro, la nuova legge prevede “che il Fondo Unico Cinema e Audiovisivo ammonti a un minimo di 400 milioni e sia alimentato, come in Francia, in base al principio che i contenitori sostengano i contenuti. La norma di legge prevede che al fondo cinema sia destinato l’11% delle entrate fiscali che derivano dalle attività collegate al settore, dalle telecomunicazioni ai broadcaster televisivi. I primi elementi disponibili evidenziano che già nel 2018 le risorse saranno superiori a 400 milioni di euro”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Franceschini ha inoltre annunciato che lo Stato finanzierà con circa 12 milioni di euro
“la creazione del museo Fellini nella sua città, Rimini”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage