Antonio Razzi abbandona la politica per scatenarsi a Ballando con le stelle

L'ex parlamentare di Forza Italia vuole scatenarsi, vuole ballare e vuole vincere nel programma di Milly Carlucci. E nell'intervista cita la frase cult di Jep Gambardella (interpretato da Toni Servillo) ne La grande Bellezza

Antonio Razzi

Antonio Razzi

GdS 20 marzo 2019

"Sto realizzando che la vita è troppo breve per fare cose che non ci piaccio".
Con queste parole l'ex parlamentare di Forza Italia, Antonio Razzi, spiega a Il Tempo i motivi che lo hanno portato a diventare un concorrente di Ballando con le stelle.
La trasmissione, condotta da Milly Carlucci, inizierà il 30 marzo e vedrà tra i concorrenti anche l'ex politico salito alla ribalta per i suoi rapporti con Kim Jong-un e Donald Trump.



"Io adesso di politica non ne voglio sapere più nulla. Ho occhi soltanto per la mia compagna, Ornella Boccafoschi. Una siciliana di Giarre doc. Una grande ballerina. [...] Non voglio avere nulla a che fare in questo momento con la politica, che sia di opposizione o di Potere".



Razzi racconta come la sua passione per la danza non sia nata di recente:



"Quando stavo in Svizzera andavo sempre in discoteca a ballare, fino a tardi. Poi una volta che ho conosciuto mia moglie non l'ho fatto più perché la mia signora non sa ballare neppure il ballo del mattone. [...] Io da giovane, insomma in passato, ero fortissimo nel rock and roll e nel twist".



Dopo le notti di gioventù passate nelle discoteche svizzere e gli anni in politica, l'ex parlamentare ha ancora voglia di mettersi in gioco:



"Ho voglia di riscattarmi dopo cinquant'anni. E di vincere".



Razzi parla anche della sua passione per la musica oltre che per il ballo e svela i suoi gusti musicali:



"Adoravo Celentano e Lucio Battisti. E loro hanno fatto la canzone italiana. Io sono un cultore del Festival di Sanremo. [...] Mi piacciono i ragazzi de Il Volo, moltissimo Loredana Bertè e anche Paola Turci".



Infine il nuovo concorrente di Ballando con le stelle lancia il suo slogan per vincere la trasmissione:



"Balla che ti passa. Ti dimentichi di tutto e di tutti, persino delle arrabbiature. Ballate, gente. Ballate. Parola di Antonio Razzi".