Top

Billboard al passo coi tempi: non c'è classifica musicale senza streaming

La rivista statunitense rivedrà il metodo di calcolo utilizzato per stilare la Hot 100 e la Billboard 200, correggendo i risultati alla luce dello streaming gratuito.

Billboard al passo coi tempi: non c'è classifica musicale senza streaming

GdS

24 Ottobre 2017 - 09.05


Preroll

No Streaming, no party. O sarebbe meglio dire: no streaming, no classifica affidabile dei brani più popolari. Impossibile, nello stato di cose attuali, non tener conto delle views di Youtube (basti pensare a Despacito) o degli ascolti su Spotify.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Quindi lo streaming entra anche nella prestigiosa classifica musicale di Billboard. La rivista statunitense rivedrà il metodo di calcolo utilizzato per stilare la Hot 100 (include i cento singoli più ascoltati negli Stati Uniti) e la Billboard 200 (cataloga i duecento album più venduti negli Usa) e dal prossimo anno darà maggiore enfasi ai servizi come Apple Music. In particolare, i calcoli per i grafici relativi alla diffusione dei brani saranno differenziati tra servizi “a pagamento” e “free, supportati dalla pubblicità”. Insomma, i servizi di streaming saranno pesati diversamente per determinare la loro diffusione a livello globale dei brani e degli album. L’obiettivo è correggere il peso dell’offerta gratuita di Spotify e dei video pubblicati gratuitamente su YouTube.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile