Top

Musicassette, una seconda primavera dopo il ritorno del vinile

Secondo un Rapporto di Nielsen Music nel 2016 le vendite sono cresciute del 74% negli Usa.

Musicassette, una seconda primavera dopo il ritorno del vinile

GdS

28 Gennaio 2017 - 17.31


Preroll

L’ultima generazione che ha vissuto il passaggio dalle musicassette, inventate da Philips nel 1963, ai cd fino ad arrivare a quella che oggi viene comunemente definita “musica liquida” è stata quella della fine degli anni ’80 per la quale il regalo più ambito era il walkman. Ma ecco che dopo vinili e juke box, c’è una seconda vita anche per le cassette, per anni lasciate a prendere la polvere in soffitta o in qualche scatolone come cimelio e reminiscenza adolescenziale.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo rivela un rapporto di Nielsen Music secondo il quale le vendite sono cresciute del 74% negli Usa nel 2016. Una percentuale pari a 129mila copie vendute rispetto alle 74mila dell’anno precedente. La crescita è poco significativa rispetto all’exploit dei vinili ma considerato che si tratta di un formato praticamente morto è un risultato non da poco. A spingere la vendita di musicassette, secondo Nielsen, sarebbe stata l’uscita di speciali riedizioni di alcuni dischi storici come Purple Rain di Prince e Slim Shady di Eminem. Ma la crescita sarebbe dovuta anche a versioni speciali di dischi nuovi. Le nuove cassette, in pratica, sono dotate di un codice per il download digitale dell’album, per quei consumatori che non possiedono un lettore di cassette.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage