Top

A Firenze per tre mesi torna il festival "Democrazia de corpo"

Artisti e coreografi lavoreranno dall'8 ottobre al 30 dicembre

A Firenze per tre mesi torna il festival "Democrazia de corpo"

GdS Modifica articolo

5 Ottobre 2016 - 16.51


Preroll

Al via la XVI edizione del festival “La Democrazia del Corpo”, un programma concepito come una piattaforma di approfondimenti e pratiche, e organizzato con l’intento di formulare quesiti e ipotizzare risposte sulla funzione che l’atto creativo ha oggi nella società nell’ambito di Cango, il centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza diretto da Virgilio Sieni.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Artisti e coreografi lavoreranno dall’8 ottobre al 30 dicembre, nell’ambito di un un programma di residenze e produzioni, a cicli di creazione sui linguaggi del corpo e della danza in relazione al territorio, alla città di Firenze e alle tracce del paesaggio.

Middle placement Mobile

Il progetto intende sviluppare comunità del gesto composte da persone comuni e professionisti. Il cittadino è considerato la risorsa che innesta, nel luogo del corpo, tutti quegli elementi sensoriali e percettivi che edificano l’individuo: elementi fatti di margini, dettagli, fragilità, debolezza. In quest’orizzonte, il quotidiano diviene l’atto di riappropriazione di un “immane eroismo”. Il corpo, tuttavia, è inteso al pari di una mappa sensoriale capace di produrre senso poetico che si riversa in ogni istante nel tessuto sociale.

Dynamic 1

“La danza invade la città costruendo una serie di occasioni molteplici per linguaggi, incontri e ovviamente spettacoli”, ha detto salutando il festival la vicepresidente della Regione e assessora alla cultura Monica Barni, nel corso della presentazione del programma, stamani nella sede di Cango in via Santa Maria a Firenze. “Un’invasione che partendo da Cango e dall’Oltrarno, si snoda nella città costruendo un percorso che si rivolge al pubblico nella sua molteplicità di culture, colori e abitudini, arrivando fino al Teatro Nazionale della Toscana con una fortunata collaborazione che aiuta a moltiplicare l’offerta per tutti i pubblici”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile