Top

Meryl Streep torna con "The Prom", il film musical di Netflix contro i pregiudizi

Disponibile dall’11 dicembre, con la regia di Ryan Murphy e con un cast stellare compresa Nicole Kidman, il film punta al premio Oscar

Meryl Streep torna con "The Prom", il film musical di Netflix contro i pregiudizi

admin

7 Dicembre 2020 - 17.22


Preroll
di E.L.V.

OutStream Desktop
Top right Mobile

A quasi vent’anni da Mamma Mia!, l’indomita Meryl Streep non ha mai perso la passione per i musical. Torna sotto le luci del palcoscenico, anche in tempi di Covid, con The Prom, l’adattamento cinematografico dell’omonimo e fortunato musical di Broadway, in giro dal 2018 che, con il libretto di Bob Martin, i testi di Chad Beguelin e la colonna sonora di Matthew Sklar, è stato candidato a sette Tony Awards, una sorta di Oscar del Teatro, tra cui miglior musical. Con la regia di Ryan Murphy, il film presenta un cast stellare: non solo la presenza della leggendaria Meryl Streep, ma anche di altri grandi attori del cinema internazionale, come James Corden, Andrew Rannells, Nicole Kidman e Kerry Washington.

La pellicola attesissima sarà disponibile l’11 dicembre su Netflix, che l’ha prodotta. Completata in un insolito periodo, rispettando tutte le regole e i protocolli anti-Covid, porta in scena argomenti forti ed estremamente attuali: “È un film incentrato sulla speranza. Non sarà pieno di moralismi. L’idea che possa far sentire parte della comunità anche i ragazzini che si sentono soli o rifiutati. I giovani in paesi come la Russia o l’Ucraina, in cui si può essere uccisi perché si è gay, potranno guardare The Prom e trovarvi speranza”, spiega Murphy alla rivista Variety. In una travolgente atmosfera che ricorda le storie dell’amata serie tv Glee, lanciata dallo stesso Ryan Murphy, trova quindi spazio la tematica dell’emancipazione e dell’accettazione all’omosessualità, e più in generale della tolleranza.
La storia, che è diventata anche un romanzo edito nel nostro paese da De Agostini, racconta del desiderio impossibile di Emma (Jo Ellen Pellman) e Alyssa (Ariana DeBose): andare al prom, il ballo studentesco di fine anno, e andarci insieme. Ma presentarsi in coppia ad un evento del genere, che è stato organizzato in una cittadina lontana e sperduta dell’Indiana, significa fare coming out, ovvero dichiarare la propria omosessualità, che non viene socialmente accettata. Nonostante gli sforzi, ad entrambe le ragazze viene vietata la partecipazione al ballo e si genera il caos, tra chiacchiere e pettegolezzi, tra voci che gridano allo scandalo e cori che sollevano l’indignazione. Intanto, la notizia arriva alle orecchie di due star di Broadway in declino, una situazione inasprita dal fatto che il loro ultimo show sia durato un solo giorno e si sia rivelato un enorme fiasco, venendo massacrato da numerose critiche negative. Le due stelle sono Dee Dee Allen (Meryl Streep) e Barry Glickman (James Corden), a cui si unisce la corista Angie (Nicole Kidman) che, venute a conoscenza del fatto, decidono di partire per l’Indiana, per accorrere opportunisticamente in aiuto alle due ragazze, trovando così l’occasione giusta per dare una nuova linfa alle loro carriere, tornando sulle prime pagine dei giornali e riottenendo gli agognati riflettori della ribalta.
Tra i personaggi interpretati, è il ruolo della Streep, per via della sua complessità, a spiccare sullo schermo e a dominare la scena: l’attrice deve vestire i panni di una donna, presa dalla fama e dal successo, a tratti malinconica, ma fondamentalmente cinica e priva di empatia. In altre parole, in questo musical ha scaldato le corde per un ruolo che ha caratteristiche peculiari, ma che al contempo sono simili a personaggi che ha già precedentemente interpretato, rendendoli iconici ed indimenticabili. E stavolta oltre a cimentarsi nei classici balli tipici del genere musical, si esibisce anche in un pezzo rap, dimostrando ancora una volta che non c’è nulla che non sappia fare. Se il suo personaggio Dee Dee, ormai decaduta, deve sgomitare per fare carriera, Meryl, cavalca l’onda del momento ed è pronta a portare a casa un altro successo di una lunga carriera: vincitrice di tre premi Oscar, lei sfaccettata, come i molteplici ruoli che ha interpretato, qui può avere l’ennesima nomination. E perché no, forse può anche vincere il quarto Oscar. Del resto, lo ammette lei stessa attraverso le parole del personaggio di Miranda Prisley, che interpretava ne Il Diavolo veste Prada: “La verità, è che non c’è nessuno che sappia fare il mio lavoro”.

Middle placement Mobile

Il trailer di The Prom:

Dynamic 1

Per guardare il film dall’11 dicembre, consulta il sito di Netflix, cliccando qui

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage