Fiano Romano omaggia Sordi e le attrici con “Schermo è donna”

Dal primo al 5 luglio la rassegna vicino alla capitale racconta l’attore attraverso film, attrici, giornaliste, e premia Paola Minaccioni e l’emergente Liliana Fiorelli

Monica Vitti e Alberto Sordi in “Polvere di stelle”

Monica Vitti e Alberto Sordi in “Polvere di stelle”

GdS 30 giugno 2020
Paola Minaccioni e Liliana Fiorelli premiate e, soprattutto, si proietta i film. Sul palco del Castello Ducale di Fiano Romano vicino alla capitale la rassegna cinematografica “Lo schermo è donna” si svolge regolarmente, con le misure di sicurezza naturalmente, dal primo al 5 luglio ogni sera alle 20.30 con ingresso libero fino a esaurimento dei posti.

La manifestazione diretta da Alberto Crespi e Rocco Giurato vede come ospiti Paola Minaccioni, Liliana Fiorelli, Paola Tiziana Cruciani, Francesca Reggiani, Laura Delli Colli, Edoardo Pesce, Max Tortora, Cristian De Sica, Luca Manfredi. Il tema di questa 23esima edizione è Alberto Sordi, nato giusto cento anni fa, nel 1920. Questo piccolo festival ricorda l’attore seguendo un indirizzo originale: celebra “le figure femminili che lo hanno affiancato nei suoi tanti film e nella vita”, avvertono gli organizzatori perché “pochi attori, come lui, hanno saputo valorizzare le partner femminili con le quali hanno lavorato”. I nomi sono di primo piano: Franca Valeri, Monica Vitti, Lea Massari, in “Una vita difficile”.

Sul palco parlano dell’attore “attrici e giornaliste che lo hanno conosciuto bene”: Paola Tiziana Cruciani che ha interpretato la madre del giovane Alberto nel recente film per la tv “Permette, Alberto Sordi?”, diretto da Luca Manfredi; Laura Delli Colli, presidente della Fondazione Cinema per Roma che ha scritto la biografia di Monica Vitti (Gremese Editore).

I premi intitolati a Giuseppe De Santis (regista che ha vissuto a lungo a Fiano Romano) vanno a “due interpreti che proseguono la grande tradizione di comicità femminile al cinema, in tv, in teatro, alla radio” Paola Minaccioni e, come giovane attrice emergente, Liliana Fiorelli.

Nelle sale del Castello Ducale la rassegna allestisce una mostra su Alberto Sordi con locandine originali, cartelloni e foto di scena e sul set, anche inedite, della Cineteca Lucana.

I film in programma, nelle cinque serate di Fiano Romano da mercoledì 1° a domenica 5 luglio, sono: “Permette, Alberto Sordi?” (di Luca Manfredi, 2020); “Polvere di stelle” (di Alberto Sordi, 1973); “Il vedovo” (di Dino Risi, 1959); “Una vita difficile” (di Dino Risi, 1961); “Una botta di vita” (di Enrico Oldoini, in buona parte girato a Fiano Romano).

“Lo schermo è donna” è una rassegna promossa e organizzata dall’associazione culturale “Città per l’Uomo”. Clicca qui per il calendario