Tanto horror, Asia Argento e la Lampedusa di Bartolo a Torino

Al Torino Film Festival un film sul medico dei migranti, un doc su Frida Kahlo, Abel Ferrara e altri ospiti

La locandina del Torino Film Festival 2019

La locandina del Torino Film Festival 2019

GdS 14 novembre 2019
Nella città ritenuta più propensa alla magia e alle leggende quale è Torino sembra calzare bene il filo conduttore del 37esimo Torino Film Festival dal 22 al 30 novembre: l’horror, la paura. Due le sezioni focalizzate sul terrore e sul giallo: la retrospettiva “Si può fare! L’horror classico, 1919-1969” con 35 film tra cui il Dr Jekyll & Sister Hyde del 1971 di R. W. Baker e “Afterhours”, che gli organizzatori definiscono un po’ meno paurosa degli altri anni ma ricca di sorprese in tema. Il 23 novembre, sabato, torna un appuntamento fisso: la Notte Horror.

Con Carlo Verdone co-direttore ospite (cura la proiezione di cinque film da lui scelti) ed Emanuela Martini direttore all’ultimo anno (molti confidano in una sua conferma perché ha ben lavorato), la manifestazione propone 197 opere con 142 lungometraggi di cui 15 in concorso con opere prime e seconde. Fra gli ospiti si vedranno la presidente di giuria Cristina Comencini, Abel Ferrara e Alejandro Amenabar, un’attrice regina del cinema horror come l’83enne Barbara Steele.

Non c’è solo horror. Si tranquillizzi chi cerca altro. Abel Ferrara porta due film (Tommaso e The Projectionist). Arriva Asia Argento nel documentario di Giovanni Troilo su Frida Kahlo, Viva la vida, Alejandro Amenabar porta il film Mientras dura la guerra, il soprendente Gianni Di Gregorio propone il nuovo Lontano lontano nella sezione Festa Mobile, ultimo film con Ennio Fantastichini prima della sua scomparsa.

In concorso c’è un italiano solo, Antonio Padovan con Il grande passo (aveva girato Finché c’è prosecco c’è speranza) con Battiston-Fresi. Altri autori italiani: Nour di Maurizio Zaccaro su medico di Lampedusa e ora europarlamentare Pietro Bartolo, interpretato da Sergio Castellitto, e Chiara Malta con Simple Women e Jasmine Trinca protagonista.

Il sito del Tff