Terence Hill torna al cinema e cita gli amati "spaghetti western"

L'attore è anche regista di "Il mio nome è Thomas", storia on the road dall'Italia al deserto spagnolo in Almeria. Guarda il trailer

Terence Hill e Veronica Bitto in "Il mio nome è Thomas"

Terence Hill e Veronica Bitto in "Il mio nome è Thomas"

GdS 19 marzo 2018

Terence Hill smette i panni di don Matteo (per un momento) e indossa quelli del centauro. Con un film on the road diretto dall’attore stesso e che richiama volutamente gli indimenticabili e divertenti “spaghetti western” che ha interpretato con il sorriso insieme a Bud Spencer come “I quattro dell’Ave Maria”, “Il mio nome è Nessuno” e “Lo chiamavano Trinità”.
Il 19 aprile esce al cinema “Il mio nome è Thomas”, di e con Terence Hill e con Veronica Bitto, Guia Jelo, Andy Luotto e che il regista-attore dedica a Bud Spencer.

In “Il mio nome è Thomas” Thomas, sulla Harley Davidson, va in viaggio da solo verso il deserto spagnolo partendo dall’Italia. L’incontro con la giovane Lucia scombussolerà i suoi progetti. Dopo vicende rocambolesche e delinquenti da prendere a pugni e a colpi di padella (come negli “spaghetti western), i due si ritroveranno nel deserto di Almeria. Un canto all’amicizia. “Il mio nome è Thomas” è prodotto da Paloma 4 s.r.l. ed è distribuito nelle sale cinematografiche dal 19 aprile da Lux Vide.