Top

Il cielo su Torino, la scena alle compagnie emergenti

Dal 3 al 15 gennaio, per la terza edizione del focus dello Stabile di Torino dedicato alle novità teatrali, 5 spettacoli al Gobetti, tra mito, classici e contemporaneità.

Il cielo su Torino, la scena alle compagnie emergenti

GdS

27 Dicembre 2016 - 12.46


Preroll

di Nicole Jallin

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile

 Il nuovo anno torinese s’inaugura con un progetto teatrale concepito intorno ai nuovi scenari proposti da giovani artisti e compagnie sostenuti da Sistema Teatro Torino (STT), che dal 3 al 15 gennaio saranno artefici, sul palco del Teatro Gobetti, dei 5 spettacoli (4 in prima nazionale) della terza edizione de “Il cielo su Torino”.

Dynamic 1

Apre la rassegna dello Stabile piemontese Orlando. Le Primavere (3 e 4 gennaio), per regia, testualità e coreografie di Silvia Battaglio, anche interprete insieme a Lorenzo Paladini, che si concentra sull’androgino protagonista dell’omonimo romanzo di Virginia Woolf, sulle sue metamorfosi di genere, la sua libertà d’assunzione identitaria e la conseguente, relativa coincidenza con le relazioni d’amore, con l’agire in sincerità, con un divenire svincolato da imposizioni di denominazioni e ruoli.

Dynamic 2

Dynamic 3

Si prevede poi una ricerca relazionale e fisiologica tra mente e corpo imputabile alla coppia Aurélia Dedieu e Giuseppe Vetti, che con S.O.S. Storia di un’Odissea psicosomatica (6 e 7), saranno protagonisti di un viaggio nel mondo intracorporeo tra organi, muscoli, e psiche, in una discesa in se stessi a colpi di gag, clownerie, danza e pantomime.

Dynamic 4

Con l’autorialità di Hugo Von Hofmannsthal si misurerà invece Giuliano Scarpinato, alla cura di regia, elaborazione drammaturgica, e progetto scenico di Elettra (9 e 10), col mito della figlia di Agamennone stretta tra l’amore per un padre assassinato dalla moglie e la rabbia vendicativa da scaricare, in complicità con il fratello Oreste, sulla madre Clitemnestra e l’amante Egisto. L’analisi psicologica ed emotiva attuata dal drammaturgo austriaco sull’incapacità dei fratelli di consumare la rivalsa, si concretizza in questo lavoro in una restituzione anatomica di intimità, attrazioni, reazioni di parole e pensieri sanguigni.

Dynamic 5

Variazioni sulla libellula – Allegro ma non troppo (11 e 12), di e con Roberta Lanave e Camilla Sandri, è un’immersione nella personalità e nell’esistenza della poetessa Amelia Rosselli: un trittico che attraversa la natura schizofrenica e paranoica dell’autrice (“Storia di una malattia”); lo stile convulso e melodico dei suoi versi (“La libellula – Pangerico della libertà”); e l’epilogo autoinflitto alla sua vita (“Prove di volo”).

Chiuderà Edith (14 e 15) di e con Chiara Cardea ed Elena Serra (anche regista), nel ritratto di Edith Ewing Bouvier Beale e della figlia Edith Bouvier Beale (rispettivamente zia e cugina di Jacqueline Kennedy), prima icone della mondanità newyorkese anni Cinquanta, poi simbolo di inarrestabile declino personale (e domestico). Con un adattamento disposto su due livelli drammaturgici – nei rapporti madre/figlia e attrice/regista -, assisteremo a prove e conflitti d’affetto, accuse di vicinanze e incomprensioni, in una dualità femminile che, spiega Elena Serra «incarna il divismo decadente del Viale del tramonto, la ribellione alla borghesia e il rapporto incestuoso delle Serve di Genet, e l’inesorabile e ironica disperazione di Winnie di Beckett. Sono due donne costantemente in bilico sull’orlo della sopravvivenza materiale e della follia, che vivono l’ossimoro di una reclusione che le rende libere».

 

Teatro Gobetti, via Rossini 8, Torino, info 011 5169555 – teatrostabiletorino.it

 

3 – 4 gennaio 2017 – prima nazionale

ORLANDO. LE PRIMAVERE

liberamente ispirato a Orlando di Virginia Woolf

 

regia, coreografie e drammaturgia Silvia Battaglio

con Silvia Battaglio, Lorenzo Paladini

suggestioni musicali Luc Ferrari, Paolo Angeli, Officine Schwartz

disegno luci Massimiliano Bressan

Biancateatro in collaborazione con CROSS International Performance Award, SmartIt, Cattedra di Storia del Teatro, Dams, Università degli Studi di Torino, Martim Pedroso&Nova Companhia (PT) | un ringraziamento a Tangram Teatro, Marina De Giorgi, Giulia Madau

CROSS International Performance Award – Premio Città di Verbania 2016

 

6 – 7 gennaio 2017 – prima nazionale

S.O.S. STORIA DI UN’ODISSEA PSICOSOMATICA

di Aurélia Dedieu e Giuseppe Vetti

 

con Aurélia Dedieu

regia Giuseppe Vetti

scenografia Jacopo Valsania

costumi Federica Chiappero, Simona Randazzo

tecnica Luca Carbone

audio Elia Pellegrino, Giuseppe Vetti

Compagnia Makiro

Coproduzione: Teatro B. Brecht di Formia/Sala Fenix di Barcellona/Teatro C’Art di Castelfiorentino/CuboTeatro di Torino/Comune di Caraglio/Compagnia Santi Briganti/Teatro Marenco di Ceva.

Collaborazione alla produzione: Teatro della Caduta di Torino

 

9 – 10 gennaio 2017

ELETTRA

di Hugo von Hofmannsthal

 

regia, elaborazione drammaturgica, progetto scenico Giuliano Scarpinato

con Elena Aimone, Anna Charlotte Barbera, Lorenzo Bartoli, Elio D’Alessandro, Raffaele Musella, Giulia Rupi, Eleonora Tata, Francesca Turrini, Valentina Virando

costumi Dora Argento

luci Danilo Facco

musiche Elio D’Alessandro

video Daniele Salaris

collaborazione alle scene Diana Ciufo, Marco Borgogni

assistente ai movimenti Daniele Sala

Wanderlust Teatro

si ringraziano Calatafimi Segesta Festival, Teatro Biondo di Palermo, Teatro della Città di Catania, Teatro Ciro Pinsuti di Sinalunga

 

11 – 12 gennaio 2017 – prima nazionale

VARIAZIONI SULLA LIBELLULLA

ALLEGRO MA NON TROPPO

da Storia di una malattia e La libellula (Panegirico della libertà) di Amelia Rosselli

consulenza drammaturgica Domenico Ingenito

 

di e con Roberta Lanave, Camilla Sandri

luci Francesco Dell’Elba

Compagnia Lanavesandri

con il sostegno di Caffè Basaglia

14 – 15 gennaio 2017 – prima nazionale

EDITH
di e con Chiara Cardea e Elena Serra

regia Elena Serra

voci off Michele Di Mauro, Vittorio Camarota e Matteo Baiardi
progetto sonoro Alessio Foglia
scena e luci Jacopo Valsania
costumi e trucco Anna Filosa
assistente alla regia Davide Barbato
artwork Donato Sansone / aka Donny Sansuca

produzione Serra/Cardea | produzione esecutiva Teatro della Caduta
con il sostegno di Renaise – abiti d’Altra moda | Tiramisù alle Fragole | Lumeria

progetto realizzato in collaborazione con Terre Spezzate | Arca Studios | il Circolo dei lettori | Il Piccolo Cinema

ringraziamenti: Simone Schinocca e Spazio bellARTE | Giorgio Ghibaudo e Arcigay Torino | La McMusa

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile