Donatella Rettore rimpiange Craxi: "Quanto si stava meglio con lui..."

La cantante: "Oggi è un triste anniversario ma ancora più triste e squallido chi ancora parla male di te e non vuole riconoscere i tuoi meriti"

Donatella Rettore

Donatella Rettore

GdS 20 gennaio 2020
Tra i nostalgici dell'era craxiana c'è anche Donatella Rettore: la cantante ha infatti dedicato un ricordo al vecchio leader socialista, in occasione del ventennale della morte che cade oggi 20 gennaio: "Ciao bettino, oggi è un triste anniversario, così come è triste e squallido chi ancora parla male di te e non vuole riconoscere i tuoi meriti, infiniti, ma solo i tuoi sbagli". 
"Questa penisola - ha aggiunto Rettore in un secondo cinguettìo - con te era fiorente e rispettata, nessuno si sarebbe mai permesso di darti del 'burattino', come invece è successo ora all'attuale presidente". E ancora: "Troppe cose sono peggiorate, e noi, non siamo più la quarta potenza internazionale, ma solo un paesetto fastidioso e politicamente incapace. Peccato! Ah, quanto si stava meglio quando si stava meglio!!! (non è un errore) me lo ricordo bene, si stava meglio!", ha concluso.