Da Lina Wertmüller alla Festa di Roma: nove film di donne sulle piattaforme e uno al festival. I link

Tra Liliana Cavani e un doc di Anita Rivaroli nella rassegna capitolina, dieci titoli segnalati da Chiara Zanini, critica cinematografica minacciata di denuncia da un festival di Montefiascone

Mame Bineta Sane in “Atlantique” di Mati Diop

Mame Bineta Sane in “Atlantique” di Mati Diop

GdS 18 ottobre 2020
Chiara Zanini, critica cinematografica, operatrice culturale, freelance e collaboratrice di Globalist.it, nei giorni scorsi ha segnalato su Facebook l’assenza di donne in concorso all’Est Film Festival di Montefiascone (Viterbo). Per tutta risposta la manifestazione ha pubblicato un post su Facebook, ripreso da uno screenshot, in cui avverte Chiara Zanini che “le sue parole sono a rischio denuncia. Quindi la diffidiamo dal proseguire, i suoi giudizi sono falsi e tendenziosi”. Potete valutare quanto quel messaggio possa essere oggetto di “denuncia” ma intanto la critica cinematografica, come risposta concreta, propone qui una nuova lista di nove film diretti da registe da vedere adesso sulle piattaforme, più un film che viene proiettato alla Festa del cinema di Roma.

di Chiara Zanini

1. Fatto di sangue fra due uomini per causa di una vedova. Si sospettano moventi politici
di Lina Wertmüller
Ci sono almeno otto film di Lina Wertmüller (prima donna ad essere candidata all’Oscar come miglior regista per Pasqualino Settebellezze nel 1977 e Oscar alla carriera nel 2020) sulle piattaforme in Italia adesso: Mimì metallurgico ferito nell'onore, Film d’amore e d’anarchia, Io speriamo che me la cavo, Tutto a posto e niente in ordine, Fratello sole, sorella luna, Questa volta parliamo di uomini sono su Amazon Prime;
Metalmeccanico e parrucchiera in un turbine di sesso e di politica è su Infinity (clicca qui);
Fatto di sangue fra due uomini per causa di una vedova. Si sospettano moventi politici
è su Raiplay (gratis). Si svolge a Comitini, in Sicilia, dove tutti sanno che Angelo è stato ucciso da Vito, ma nessuno parla e al processo la vedova Titina non ottiene soddisfazione. L'avvocato socialista Rosario Maria Spallone vorrebbe indurre Titina a chiedere la riapertura del caso.
I protagonisti sono Sophia Loren, Marcello Mastroianni e Giancarlo Giannini.
Su Raiplay si può vedere gratis.

2. I cannibali
di Liliana Cavani
Sulle strade si trovano cadaveri che nessuno seppellisce, tra i quali la gente passa con indifferenza. Per decisione delle autorità, i corpi dei ribelli, giustiziati perché contrari all'ordine costituito, devono restare insepolti, allo scopo di creare un deterrente ad ulteriori ribellioni. Antigone, una ragazza il cui fratello è morto in una sommossa, vuole per lui una segna sepoltura.
Su Amazon Prime (clicca qui) (ci si può iscrivere gratis per un mese e poi eventualmente disdire).
Peccato solo che per quanto invece riguarda le nuove produzioni in Italia, Amazon abbia appena annunciato una serie scritta da soli uomini con protagonista un rapinatore di diamanti: ma non si diceva che le piattaforme avrebbero creato maggiori spazi di agibilità per le donne?

3. Zen sul ghiaccio sottile
di Margherita Ferri
Maia, detta Zen, è una sedicenne irrequieta e solitaria che vive in un piccolo paese dell'Appennino emiliano. È l'unica femmina della squadra di hockey locale e i suoi compagni non perdono occasione di bullizzarla per il suo essere un maschiaccio. Quando Vanessa, l’intrigante e confusa fidanzata di un giocatore della squadra, scappa di casa e si nasconde nel rifugio della madre di Maia, tra le due nasce un legame e Maia riesce per la prima volta a confidare a qualcuno i dubbi sulla propria identità. Sul sito di CG Entertainment (clicca qui).

4. La prigioniera - La captive
di Chantal Akerman
È la storia di una coppia in cui lui vorrebbe in qualche modo imprigionare lei perché convinto che lo tradisca con una donna. Un amore tossico ispirato a Proust.
Su Amazon Prime (clicca qui) (ci si può iscrivere gratis per un mese).

5. Senza tetto né legge
di Agnès Varda
Premiato con il Leone d'oro a Venezia nel 1985, racconta di una ragazza iniziando dalla sua morte, ossia da ritrovamento del suo cadavere in mezzo ad un campo. La sua vita viene ripercorsa attraverso flashback seguendone la vita ai ai margini.
Su Amazon Prime (clicca qui).

6. Ninna nanna prigioniera
di Rossella Schillaci
Raccontando la quotidianità di Yasmina, il documentario di regista Rossella Schillaci fa comprendere il dolore delle madri in carcere, che devono scegliere se crescere i propri figli avendoli accanto, ma in prigione, o lasciarli crescere ad altri. Su OpenDDB (clicca qui).

7. The Italian Doctor
di Francesca Tosarelli
Documentario su un giovane medico specializzando in prima linea in un reparto di terapia intensiva COVID-19. Gratuitamente su Al Jazeera – Witness (clicca qui), che l’ha commissionato.

8. Atlantique
di Mati Diop
Ada è distrutta quando il suo vero amore si perde in mare mentre tenta di emigrare e lei sembra condannata a sposare un uomo ricco. La regista francese Mati Diop è stata la prima donna di colore a dirigere un film del concorso principale a Cannes. Su Netflix (clicca qui).

9. The Party
di Sally Potter
Una festa si trasforma in una serata drammatica dopo un'inatteso annuncio del padrone di casa.
Cinico humor britannico in una commedia con Kristin Scott Thomas, Timothy Spall e Bruno Ganz. Su SkyGo e su NowTV (clicca qui).

10. We Are the Thousand - L’incredibile storia di Rockin’1000
di Anita Rivaroli
Per chi può andare alla Festa del cinema di Roma suggeriamo questo documentario su un sogno realizzato e sul potere della musica. È il 26 luglio 2014 quando a Cesena mille musicisti provenienti da tutta Italia si ritrovano per suonare “Learn to Fly” dei Foo Fighters e convincere Dave Grohl a fare un concerto in città. Con 45 milioni di visualizzazioni su YouTube la voce arriva fino a Grohl che decide di suonare a Cesena con il gruppo. Da allora i Rockin’1000 continuano a esibirsi in giro per il mondo.
Sono in programma due proiezioni il 22 ottobre, la prima al My Cityplex Europa alle 19 e la seconda al My Cityplex Savoy alle 20.30 (clicca qui per il festival).