Salvini boicotta Sanremo e Fiorello ironizza: "Non mi ha visto? Peccato"

Poi scherza: "Le sardine hanno fatto il miracolo: dividere un gruppo di sardine è veramente difficile, è la scienza"

Salvini e Fiorella

Salvini e Fiorella

GdS 5 febbraio 2020
"Salvini non mi ha visto? Peccato": scherza Fiorello alla domanda di come ribatte a Salvini che ieri sera è andato a teatro e non ha visto il Festival di Sanremo. "Ieri ho citato tutti - racconta Fiore ai cronisti - c'era Matteo Orfini, Salvini, Renzi. C'erano i Cinque Stelle, c'erano le sardine. Il Pd mancava? Non l'ho visto". E' un Festival buonista? "Deve essere un festival buonista, quasi quasi essere buoni è diventata una caratteristica negativa. Tra buono e cattivo preferisco il buono". 
Poi scherza: "Le sardine hanno fatto il miracolo: dividere un gruppo di sardine è veramente difficile, è la scienza", prosegue Fiorello. Il festival è occasione per fare polemica politica? "No, è giocare con la politica, fare un pochino di satira. Io non sono un comico satirico, sono uno che fa dell'intrattenimento e se c'è qualche battuta non feroce per me va bene. Ma mi trattengo molto...".
Fiorello svela che non si sarebbe questo risultato. "La verità è che è cambiato il mondo. Esistono piattaforme, i social, il Festival lo vede a pezzi...Il fatto di aver raggiunto un risultato simile a quello del 2005, con Bonolis, significa che questo festival 15 anni fa avrebbe fatto il 60%".