Top

Messina Denaro e Graviano nel pubblico del Costanzo Show, per pianificare l'attentato di Via Fauro

Lo rivela una nuova fotografia da oggi nei documenti ufficiali delle nuove indagini su Graviano per l'ipotesi di minaccia al corpo dello Stato.

Messina Denaro e Graviano nel pubblico del Costanzo Show, per pianificare l'attentato di Via Fauro

GdS Modifica articolo

12 Maggio 2018 - 10.34


Preroll

Matteo Messina Denaro, super boss di Cosa Nostra latitante da anni, e Giuseppe Graviano, uno dei mandanti dell’attentato a Giovanni Falcone, sedevano al Teatro Parioli, nel 1992, durante il Maurizio Costanzo Show: lo rivela una fotografia, da oggi nei documenti ufficiali delle nuove indagini su Graviano per l’ipotesi di minaccia al corpo dello Stato. Lo rivela il Fatto Quotidiano. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Le indagini sono partite proprio dietro rivelazione di Graviano, in carcere. Il boss è stato intercettato mentre raccontava di una puntata del Costanzo Show in cui era presente Giovanni Falcone, poco prima dell’attentato in cui perse la vita, cui erano presenti sia lui che Messina Denaro, infiltrati tra il pubblico anche per studiare un nuovo obiettivo: Maurizio Costanzo in persona, scampato un anno dopo all’attentato di via Fauro. 
Costanzo sarebbe dovuto morire quella sera, per aver osato non solo invitare Falcone ma anche aver trasmesso a reti unificate, insieme a Michele Santoro, una commemorazione di Libero Grassi, ucciso per aver dichiarato in tv che non avrebbe pagato il pizzo. Se il conduttore è sopravvisuto è solo fortuna: quella sera, infatti, il suo solito autista non era presente e l’esitazione dei killer ha fatto fallire l’attentato, che sarebbe poi avvenuto un anno dopo, per fortuna senza vittime. 
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile