Tra Rea, canzoni di Mina e Beatles torna a Orvieto Umbria Jazz Winter

Il festival nella cittadina umbra fino al 1° gennaio con 90 appuntamenti e 150 musicisti. Salta il concerto di Giovanni Guidi per la morte del padre

Danilo Rea

Danilo Rea

GdS 28 dicembre 2019

Il jazz in tutte le sue forme e con molti sconfinamenti in altri generi torna a propagarsi per le strade e i locali di Orvieto con Umbria Jazz Winter #27, ramo “invernale” del festival estivo: si tiene da oggi sabato 28 dicembre 2019 fino al 1° gennaio 2020 la maratona di musiche da mezzogiorno alle ore piccole con 90 appuntamenti in sette luoghi diversi nel centro storico sulla rupe, con 30 band e oltre 150 musicisti. Sala purtroppo per lutto il concerto di Giovanni Guidi previsto per domenica 29 dicembre al Museo Emilio Greco: il jazzista ha infatti appena perso il padre, Mario, manager di musicisti, tra cui lo stesso figlio pianista, Enrico Rava e in passato di Stefano Bollani. Proprio domani si tiene il funerale alle 15.30 nella chiesa di Sterpete a Foligno. Per chi ha già acquistato il biglietto, il festival lo rimborsa.


Nel cartellone della 27esima edizione tra i tanti suonano Danilo Rea, Paolo Fresu, Diodati, Scofield, Anderson, Nash, Goldstein, più due progetti speciali oggi sabato 28 alle 21 al teatro Mancinelli: “Le canzoni di Mina” con Danilo Rea, Massimo Moriconi, Alfredo Golino; “The Magic and the mystery of The Beatles” con John Scofield insieme a Jay Anderson, Lewis Nash, l’Umbria Jazz Orchestra & Orchestra da Camera di Perugia, con arrangiamenti e direzione di Gil Goldstein. Non mancano i FunK Off che come ogni anno “imperversano” a orari prestabiliti con il loro sound per le strade di Orvieto.


Il Teatro Mancinelli è sede dei concerti in prima serata; il museo Emilio Greco ospita i concerti di mezzogiorno; le sale del Palazzo del Capitano del Popolo, tra cui la Sala Etrusca dedicata ai pianisti, sono riservate ai concerti pomeridiani; altri appuntamenti da mezzogiorno a notte fonda al Palazzo dei Sette; altri momenti al San Francesco.


Torna il tradizionale concerto gospel che segue la Messa di Capodanno il pomeriggio in Duomo. Concerti inoltre prima e dopo lo scoccare della mezzanotte.


In occasione di Umbria Jazz Winter il Museo archeologico “Claudio Faina” ricco di reperti etruschi resta aperto con orari più lunghi da oggi sabato 28 a martedì 31 dicembre dalle 10 alle 18.


Il sito del festival Umbria Jazz Winter