Top

Che cosa sono le nuvole? Quanto Modugno cantava Pasolini

Invito a riascoltare una canzone scritta da un poeta che ci manca e cantata dalla voce di un grande che non c'è più. Modugno e Pasolini vi emozioneranno.

Che cosa sono le nuvole? Quanto Modugno cantava Pasolini

GdS

6 Agosto 2017 - 14.11


Preroll

di Antonio Guida*
Di tanto in tanto, soprattutto alla radio, tra gli ascoltatori si indice una gara per definire la più bella canzone. Noi, senza alcuna gara, vi invitiamo a riascoltare una canzone dall’accoppiata straordinaria: parole di un poeta che ci manca e che rimpiangiamo; voce di un grande che non c’é più. Sicuri che vi emozionerà.
Con “Che cosa sono le nuvole?”, ascolti una canzone di una bellezza semplice e straordinaria. E straordinaria è la coppia di autori: Domenico Modugno e Pier Paolo Pasolini.
Il brano è contenuto nel film “Capriccio all’italiana” del 1967: Pasolini firma uno degli episodi della pellicola con attori come Totò, Ninetto Davoli, Laura Betti, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e lo stesso Modugno, il regista racconta di una messinscena in tearo dell’Otello shakespeariano.
Il pubblico non accetta la conclusione della tragedia e impone un altro finale; si indicano le nuvole e parte la canzone. La melodia è di una bellezza struggente, la voce di Modugno la interpreta in modo straordinario: è l’amore così leggero e così determinante, come sono le nuvole per i nostri giorni. Il brano che conclude l’episodio del film (gli altri sono di Steno, Bolognini, Pino Zac e Monicelli) è lieve e determinante.
Nel finale Jago dice rivolto ad Otello parlando delle nuvole: “Ah, straziante meravigliosa bellezza del creato!”. La canzone, che in seguito anche gli Avion Travel hanno interpretato, è, dunque, bella e straziante come sono le nuvole.
*Critico musicale

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage