Scoperta la casa riminese dove è davvero nato Fellini

In base a ricerche d’archivio per Davide Bagnaresi il regista nacque al 60 di via Dardanelli, non al 10 come si credeva

Federico Fellini

Federico Fellini

GdS 27 novembre 2019
Federico Fellini era nato a Marina Centro, zona centrale di Rimini, in viale Dardanelli, e questo si sapeva, ma la sua casa natale sarebbe al numero 60 e non quella al civico 10 finora considerata primo tetto del regista. Lo sostiene uno studio di Davide Bagnaresi, docente a contratto in Storia dei consumi e delle imprese turistiche all’Università di Bologna, 42enne, che pubblica la sua ricerca sul settimanale riminese Il Ponte in edicola da domani 28 novembre.

Bagnaresi, riferisce l’Ansa, studia la vita di Fellini bambino e ragazzo e si è avvalso di documenti, ricerche negli archivi parrocchiali, confronti con il catasto storico. Accompagna la sua ipotesi con foto, documenti e altri dettagli e ne parlerà al convegno “Ho bisogno di credere. Federico Fellini e il sacro” in calendario nel marzo 2020, nel centenario della nascita.

Bagnaresi ha studiato il certificato dell’anagrafe, che indica via Dardanelli 10, ha individuato chi erano padrino e madrina al battesimo, Cesare Canuti e Clara Canuti, intestataria dell'immobile, al civico 10, dove Urbano Fellini e Ida Barbiani, i genitori di Federico, erano in affitto in una stanza, sul finire del 1919, per motivi di lavoro. Il catasto indica l’abitazione al numero 12751, foglio 66, particella 416 e parte di un gruppo di case popolari. Oggi il Foglio 66 particella 416, la casa in cui sarebbe nato Fellini, è invece al civico 60 di viale Dardanelli, bombardato nel 1944 e in parte ricostruito. Quindi quel foglio e quella particella indicano la casa al 60 e non al 10 di via Dardanelli.