Oscar, si ferma Dogman: non sarà in gara per il miglior film straniero

Il film di Matteo Garrone non è tra i nove lungometraggi ancora in corsa per aggiudicarsi la statuetta come 'foreign film'. L'Italia ancora in gara con Suspiria di Luca Guadagnino per canzone originale e trucco

Un'immagine di Dogman

Un'immagine di Dogman

GdS 18 dicembre 2018
Si ferma la corsa di Dogman di Matteo Garrone all'Oscar per il miglior film straniero. L'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha diffuso nove shortlist fra le categorie degli Oscars 2019 e il film italiano non è tra i nove lungometraggi ancora in gara come 'foreign film'.
Tra le categorie dove l'Italia è ancora in gara c'è 'Makeup e hairstyling', dove è presente con Suspiria di Luca Guadagnino, che figura inoltre tra i film ancora in corsa per la canzone originale, 'Suspirium' scritta da Thom Yorke.
I titoli che figurano per la corsa all'Oscar per il miglior film straniero sono: il Leone d'oro a Venezia 2018 'Roma' di Alfonso Cuaron (Messico); 'Affari di famiglia' di Hirokazu Koreeda (Giappone), vincitore della Palma d'oro a Cannes 2018; 'Birds of Passage' di Cristina Gallego e Ciro Guerra (Colombia); 'The Guilty' di Gustav Moller (Danimarca); 'Opera senza autore' di Florian Henckel Von Donnersmarck (Germania); 'Cafarnao' di Nadine Labaki (Libano); 'Ayka' di Sergei Dvortsevoy (Kazakistan); 'Cold war' di Pawel Pawlikowski (Polonia) e 'Burning' di Lee Chang-dong (Corea del Sud).
I cinque finalisti che arriveranno alla serata della cerimonia della 91/a edizione degli Oscar prevista per il 24 febbraio saranno annunciati insieme a tutte le altre candidature il prossimo 22 gennaio.