Top

E’ uscito “Guesus”, il nuovo album di Gué: un vademecum per il rap in Italia

Il rapper milanese ha pubblicato il 10 dicembre il suo settimo album da solista con 16 tracce, quasi tutte inedite. In copertina un artista con la corona spinata proprio come il Messia

E’ uscito “Guesus”, il nuovo album di Gué: un vademecum per il rap in Italia

redazione

13 Dicembre 2021 - 16.41


Preroll

Cosimo Fini, in arte Gué (non più Gué Pequeno come da lui stesso annunciato), ha pubblicato il 10 dicembre il suo settimo album da solista, intitolato “Guesus”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Per l’artista milanese è la terza uscita ufficiale in questo 2021, dopo la riedizione de “Il ragazzo d’oro” a dieci anni dalla sua uscita e “Fastlife 4”, la serie di mixtape iniziata nel 2006 insieme a DJ Harsh.

Middle placement Mobile

Questo nuovo disco, contenente 16 tracce, svaria a livello musicale: un must che nella sua carriera Gué ha voluto sempre ripetere, mischiando suoni ma sempre mostrando la sua vera attitudine: quella rap nuda e cruda.

Dynamic 1

Il tappeto musicale è cucito alla perfezione dal produttore Andy 6pm, anche se durante il percorso dell’album intervengono anche Shablo,  i 2nd Roof, Night Skinny, Marz, Zef, Dj Shocca e Marco Polo.

Numerosi sono anche i featuring dell’album: tra gli artisti italiani si annoverano il collega e amico Marracash (uscito anche lui recentemente con l’album “Noi, loro, gli altri”), Geolier, Rose Villain (con cui aveva già firmato la hit “Chico”), Salmo, Ketama126, Franco126, Ernia, Coez ed Elisa. Tra gli artisti stranieri invece presente Rick Ross, vero maestro della scena americana, così come Jadakiss, e Dutchavelli, artista tra i più giovani della scena britannica.

Dynamic 2

Un disco maturo e ambizioso, che prosegue sulla falsariga del precedente “Mr.Fini”, dove Gué confessava di problemi interiori come mai aveva fatto in carriera. La condizione dell’artista fuori dalle luci della ribalta, le droghe e la solitudine sono concetti che si ripresentano alla soglia dei 40 anni e presentano il conto in più di un pezzo.

Non mancano le martellate più ego trip, come la pesante “Daytona” con Marracash, o “Blitz” con il giovane napoletano Geolier.

Dynamic 3

In generale, Gué è bravo a ripescare nell’immaginario di film, libri e opere d’arte che da sempre ha saputo integrare nella sua scrittura, lasciando all’ascoltatore una sensazione di cultura che può portarsi dietro nella sua esperienza musicale.

Un hip hop che guarda al passato, all’old school, a sonorità anni Ottanta e Novanta, abbinandolo a una produzione moderna e a brani decisamente più vicini a quello che è stato il rap degli ultimi anni

Dynamic 4

A tenere in piedi l’insieme è una sensazione di malinconica accettazione di una realtà che differisce dalle apparenze, di un mondo che finge di essere ciò che non è, ma ciò che vorrebbe essere.

Un album non semplice da scrivere per il rapper milanese, che sembra però essere all’apice della carriera nonostante ormai la sua ultraventennale presenza sulla scena musicale. Un 2021 che è stato veramente un anno d’oro in risposta anche agli album dei rivali (solo in musica) Marracash e Salmo.
La copertina del disco raffigura proprio Gué nelle vesti di Gesù Cristo, con una canottiera bianca e una corona spinata, oltre ai tatuaggi in bella vista. Copertina che di certo non ha fatto mancare le polemiche, come da programma.

Dynamic 5

Ora  un concerto il 20 dicembre a Milano per festeggiare l’uscita di questo album, in attesa delle date del 2022.

Questa la tracklist del disco:

1 – La G, La U, La E pt. 2
2 – Gangstar of Love (feat. Rick Ross)
3 – Piango sulla Lambo (feat. Rose Villain)
4 – Blitz! (feat. Geolier)
5 – Daytona (feat. Marracash)
6 – Veleno
7 – Nessuno (feat. Coez)
8 – Futura ex (feat. Ernia)
9 – Cose non sane (interlude)
10 – Senza sogni (feat. Elisa)
11 – Lunedì blu (feat. Salmo)
12 – Sponsor (feat. dutchavelli)
13 – Nicolas Cage (feat. Jadakiss)
14 – Domai (feat. Ketama126)
15 – Fredda, triste, pericolosa (feat. Franco126)
16 – Too Old to Die Young (feat. Shablo)

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile