Top

Ambra conduce il Primo Maggio senza piazza. Anche Patti Smith tra gli ospiti

L’artista condurrà la serata tv, radio e web dal Teatro delle Vittorie. Il concerto di Taranto invece salta e non ripiega sullo streaming

Ambra conduce il Primo Maggio senza piazza. Anche Patti Smith tra gli ospiti

GdS

29 Aprile 2020 - 19.30


Preroll

Ambra ha già dimostrato di saper condurre con parole appropriate e senza tanti svenevoli né arruffianamenti con il pubblico il Concertone del Primo Maggio promosso da Cgil, Cisl e Uil: era sul palcoscenico di Piazza San Giovanni a Roma nel 2018 e nel 2019. Conduce anche l’edizione 2020, come sapete senza maratona musicale in piazza per il Covid19: al suo posto va una versione ridotta in tv e in streaming venerdì dalle 20 alle 24 su Rai3, Rai Radio2 e Raiplay con esibizioni dalla Sala Sinopoli dell’Auditorium – Parco della Musica, la conduzione di Ambra dal Teatro delle Vittorie e i collegamenti di molti artisti in diretta o in taluni casi registrati dalle loro città. Su Radio2 conducono Gino Castaldo e Ema Stokholma. Lo slogan di questa festa del lavoro in musica è “Musica per l’Italia – Lavoro in sicurezza: per costruire il futuro”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Al primo gruppo di musicisti si sono aggiunti Patti Smith, Aiello e Fulminacci. Il cast quindi, salvo ulteriori ingressi, vede Gianna Nannini, Vasco Rossi, Zucchero. Alex Britti, Bugo e Nicola Savino, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Dardust, Edoardo ed Eugenio Bennato, Ermal Meta, Fabrizio Moro, Fasma, Francesca Michielin, Francesco Gabbani, Irene Grandi, Le Vibrazioni, Leo Gassmann, Lo Stato Sociale, Margherita Vicario, Niccolò Fabi, Noemi, l’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia, Paola Turci, Rocco Papaleo e Tosca.

Middle placement Mobile

Anche RaiPlay e un canale dedicato per la lingua dei segni (Lis) per i non udenti trasmettono la serata. La Fondazione Musica per Roma ha creato l’Hashtag #LaCulturasiCura.

Dynamic 1

Taranto non ripiega sullo streaming
L’altro concerto del primo maggio, l’ “Uno Maggio Libero e Pensante” dal Parco Archeologico delle Mura Greche di Taranto, invece salta del tutto: niente streaming perché “non può restituire l’emotività trasmessa da un evento dal vivo” dicono i direttori artistici Michele Riondino, Roy Paci e Diodato (che è di Taranto) alle agenzie. Invece di dirette ci saranno dalle 15 sui social interventi e testimonianze e in tv, su La7 in seconda serata, il docufilm di Giorgio Testi, Francesco Zippel e Fabrizio Fichera, con interventi di Capossela, Pelù, Elio Germano, Zerocalcare, Brunori Sas, Niccolò Fabi, Negramaro, Elisa.
“Taranto è diventata l’emblema di una contraddizione che ci portiamo dietro da anni e che ora coinvolge il mondo intero. Noi tarantini conosciamo bene la contraddizione della scelta tra il diritto alla vita e il diritto al lavoro. Oggi il dramma di Taranto è su scala mondiale”, dicono gli organizzatori che organizzano una raccolta fondi per Emergency.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage