Gli Usa commerciano con il regno di Wakanda (peccato che non esista ...)

Il ministero dell’agricoltura aveva inserito il paese africano in una lista di stati con cui tratta merci. Lo ha scoperto un ingegnere

Una scena dal film Black Panther

Una scena dal film Black Panther

GdS 20 dicembre 2019
Francis Tseng, un esperto newyorkese di software, cercava online alcune tariffe di agricoltura per richiedere una borsa di studio quando è rimasto sorpreso da un’annotazione del ministero di agricoltura degli Stati Uniti (lo US Department of Agriculture): nella lista dei partner di libero commercio con gli Usa si indicava lo Stato di Wakanda. Utile a sapersi. Lo scambio di merci comprendeva anatre, asini e mucche da latte. Salvo un dettaglio: il regno di Wakanda, teoricamente collocato nell’Africa orientale, esiste soltanto come paese fittizio della Marvel Comics e creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni). In questo regno, apparso per la prima volta nel 1966, è ambientato tra l’altro il film premio Oscar Black Panther (2018)

Francis Tseng si è ricordato del film e si è chiesto su Twitter come fosse possibile. Un portavoce del ministero ha spiegato al Washington Post che Wakanda era inserito per errore in un test per lo staff e avrebbe dovuto essere cancellato. Poi ovviamente il riferimento è stato rimosso.