Top

Johnny Depp si scusa con Trump, sbagliata la mia una battuta sulla sua morte

L'attore aveva scherzando dicendo: ma quando è stata l'ultima volta che un attore ha assassinato un presidente

Johnny Depp si scusa con Trump, sbagliata la mia una battuta sulla sua morte

GdS

23 Giugno 2017 - 22.34


Preroll

Johnny Depp ha chiesto scusa al presidente americano Donald Trump, dopo aver fatto un’allusione al suo assassinio. “Era solo una battuta, una battuta sbagliata”, ha dichiarato l’attore al magazine People. “Non è riuscita come volevo – ha aggiunto – non voleva esserci alcuna malizia o malafede. Stavo solo cercando di far divertire qualcuno, non di colpire qualcuno”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Cosa è successo? L’attore statunitense Johnny Depp scherza con il pubblico del festival musicale di Glastonbury e allude all’assassinio di Donald Trump: giunto all’annuale manifestazione nel sud dell’Inghilterra per presentare il suo film del 2004 The Libertine, Depp ha detto che il presidente americano “ha bisogno di aiuto”, aggiungendo che “ci sono molti luoghi oscuri dove (Trump) potrebbe andare”.
E poi: “Non sto insinuando niente. A proposito, questo finirà sulla stampa e sarà orribile, ma quando è stata l’ultima volta che un attore ha assassinato un presidente?”. Il 54enne protagonista della serie Pirati dei Caraibi ha tenuto a precisare di non essere un attore, ma di mentire per vivere. Ed ha continuato, riferendosi all’uccisione di Abraham Lincoln da parte dell’attore John Wilkes Booth nel 1865: “Ne è passato di tempo, forse è arrivato il momento”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage