Ammaniti querelato per "Il Miracolo" e un "caso" a Civitavecchia

Lo scrittore denunciato per diffamazione dalla famiglia che nel 1995 disse che la statua in giardino piangeva sangue

Una scena dal "Miracolo" di Sky

Una scena dal "Miracolo" di Sky

GdS 31 maggio 2018

Attenti a contestare i casi di sangue dalle statue della Madonna. Lo scrittore Niccolò Ammaniti, autore della serie tv su Sky “Il miracolo” su un caso di sangue sgorgato da una Madonna, è stato querelato. Come riferisce la Stampa.it,  lo ha denunciato la famiglia Gregori di Civitavecchia: nel 1995 una statua della Madonna nel loro giardino, sostennero e migliaia di persone li seguirono, pianse lacrime di sangue.


La querela penale (neanche solo civile, penale) è scattata per diffamazione e consegnata alla Procura di Civitavecchia perché lo scrittore in qualche intervista ha detto che   “la Madonna di Civitavecchia lacrimò «sangue di pollo» e che tutto «era un falso»”. Fabio Gregori firma la querela, afferma che «che il Gip archiviò» l’accusa di reato di truffa e abuso della credulità popolare e che le indagini allora stabilirono che si trattava di sangue «umano».


La serie tv non è piaciuta ai Gregori, racconta il quotidiano. “Il Miracolo” non parla esplicitamente di Civitavecchia, ma per la famiglia vi allude in modo evidente e anche da qui scatta la querela. Chiunque affermi che quello di Civitavecchia non fu un miracolo quindi è avvisato: gli avvocati sono pronti.


 


Tv Madonna, c'è Monica Bellucci nel "Miracolo"