La Rai si adegua: a Sanremo solo le serate all'Ariston senza pubblico o eventi

L'azienda domani presenta il protocollo sanitario al Cts. Amadeus deve trovare "idee compatibili"

Il Teatro Ariston di Sanremo

Il Teatro Ariston di Sanremo

redazione 1 febbraio 2021
La Rai accetta le regole di tutti i teatri e il direttore artistico Amadeus sembra aver compreso che il festival di Sanremo non può essere un'isola a sé perché il virus non si ferma certo davanti all'Ariston e dintorni se non ha il classico "pass". Non ci sarà pubblico nel teatro, neanche figuranti, non ci saranno eventi esterni che richiamano immancabilmente folle festanti e niente programmi collegati alla kermesse. così l'Ansa sintetizza i punti fondanti del protocollo sanitario della radio-tv di Stato concordato con Amadeus e che verrà mandato al Comitato tecnico scientifico domani 2 febbraio.
Scrive la Rai nel comunicato: "La Rai, al termine di una riunione con il direttore artistico in cui sono stati esaminati in dettaglio i vari scenari, ritiene che la 71a edizione del Festival di Sanremo, prevista dal 2 al 6 marzo debba concentrarsi esclusivamente sull'evento serale al Teatro Ariston. Per tale motivo domani l'azienda presenterà al Cts il protocollo organizzativo-sanitario che non prevede la presenza del pubblico al Teatro Ariston. La Rai ha dato pertanto indicazioni al direttore artistico per lavorare su idee creative compatibili con questa impostazione". Amadeus deve quindi adeguarsi come è giusto che sia.
"Non sono previsti eventi esterni e la presenza a Sanremo di programmi collegati al Festival, che negli ultimi anni hanno animato la rassegna canora. Con tale impostazione - scrive ancora l'azienda - la Rai intende produrre il massimo sforzo per realizzare un Festival in sicurezza e portare lo show ai suoi telespettatori nel rispetto del mondo della musica e della storia del Festival".