Neri Marcorè porta le sue parodie di politici da Floris a “Di martedì”

L’artista entra nel programma di La7: in cantiere nuove imitazioni? Lo annuncia il direttore della tv Andrea Salerno

Neri Marcoré e Giovanni Floris nel selfie del conduttore lanciato da Andrea Salerno

Neri Marcoré e Giovanni Floris nel selfie del conduttore lanciato da Andrea Salerno

GdS 20 settembre 2020
Il comico che estrapola e sintetizza gli aspetti involontariamente comici dei politici e dei personaggi pubblici è, nei talk show, più di un accompagnamento: è quel momento che permette di dare una prospettiva più ragionevole ai dibattiti del programma. Sono anche un banco di prova. “Di martedì” condotto da Giovanni Floris si è assicurato un comico-attore e cantante di comprovata e sottile ironia, talvolta sottilmente perfida (è un pregio, per un comico) dietro la bonomia e modi cortesi quando fa le parodie: Neri Marcorè. Lo ha annunciato il direttore di La7 Andrea Salerno (che è in ospedale per una caduta con lo scooter a Roma e) twittando un selfie con Marcoré di Floris che, fin da “Ballarò” sulla Rai, ha avuto fior di comici in una “finestra” tutta per loro: Maurizio Crozza, Virginia Raffaele, Luca e Paolo, Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Gene Gnocchi, Paolo Rossi e altri. Marcorè potrebbe entrare in scena fin da questo martedì 22.

Impagabili le imitazioni di Marcoré di Giuseppe Conte e, su tutte, forse Maurizio Gasparri. L’Ansa anticipa che l’artista starebbe lavorando su personaggi per lui finora inediti. E ricorda che Neri Marcoré e Andrea Salerno hanno già lavorato più volte insieme come nel programma “Ottavo Nano” di Serena Dandini e Corrado Guzzanti su Rai2 di inizio 2002.