Effetto Coronavirus: studi tv vuoti e crollo degli incassi al cinema

Da Fazio alle Iene alla d’Urso, niente spettatori. Meno 44% gli incassi nelle sale

La foto del tweet di Fabio Fazio sullo studio vuoto di Che tempo che fa

La foto del tweet di Fabio Fazio sullo studio vuoto di Che tempo che fa

GdS 24 febbraio 2020
La paura del Coronavirus svuota gli studi televisivi con effetti paradossali: manca l’applauso che il pubblico riserva a ogni ospite, magari anche nei talk quando uno dice l’opposto dell’altro, oppure le risate alle battute. Era vuoto lo studio di Che tempo che fa di Fabio Fazio su Rai2, restano senza spettatori in sala Le Iene su Italia 1, Barbara d’Urso con Non è la D'Urso su canale 5 e numerose trasmissioni andranno in onda senza il pubblico in sala, dato che molti studi sono a Milano.

Crollati gli incassi al botteghino nelle sale cinematografiche (da ieri domenica chiuse in varie regioni del Nord): - 44% rispetto a una settimana fa, - 29% rispetto alla stessa settimana di un anno fa.

Le Iene hanno twittato: “Per la prima volta in 24 anni di storia del programma andremo in onda senza pubblico in studio nelle prossime puntate di martedì 25 e giovedì 27 febbraio, come sempre dalle 21.20 su Italia1, in cui vi parleremo naturalmente anche dell'emergenza coronavirus”.

Di tono analogo l’avviso lanciato ieri da Fazio: “Questa sera #CTCF andrà in onda in una situazione del tutto inedita. Non avremo il pubblico in sala e gran parte del programma sarà dedicato al #CoronaVirus, mettendoci a disposizione, in quanto Servizio Pubblico, dell'emergenza che stiamo vivendo”.
E da Canale 5: “In rispetto dell'ordinanza della regione Lombardia, questa sera la puntata di Live #noneladurso andrà in onda senza pubblico. Vi terremo compagnia con tutti gli ospiti previsti e la nostra @carmelitadurso avrà bisogno di tanta carica da voi che ci seguite in Tv e sui social! Tutto questo lo abbiamo deciso oggi ma per noi sarà veramente difficile perché questo studio enorme dove di solito ci sono 300 persone di pubblico sarà vuoto e così anche nei prossimi giorni".

Saltano anche conferenze stampa e incontri.

A Milano i teatri, come la Scala, sospendono le rappresentazioni fino al 1° marzo.

L'Orchestra nazionale della Rai ha annullato i due concerti in programma all’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino giovedì 27 e venerdì 28 febbraio.