Morta Roberta Fiorentini, l’impareggiabile segretaria raccomandata in “Boris”

L’attrice romana aveva quasi 71 anni. Era Itala nella serie tv. Ha recitato in film di Sorrentino, Mariasole Tognazzi, Carlo Vanzina, Salemme, Laura Morante

Roberta Fiorentini

Roberta Fiorentini

GdS 24 ottobre 2019
A quasi 71 anni è morta l’attrice romana di cinema e tv Roberta Fiorentini. Dalla parlata romanesca, la ricorderete come la segretaria Itala della serie tv che è stata Boris. Segretaria pasticciona, raccomandata da un politico al quale garantiva il voto e una campagna elettorale tutta sua fondata sui favori, lei faceva involontariamente morire il pesce rosso di René, Boris appunto, perché come pasto gli offriva lardo di Colonnata. I suoi colleghi hanno dato notizia della morte su Facebook.

Figlia dell’attore e sceneggiatore Fiorenzo Fiorentini, Roberta Fiorentini era nata nel novembre 1948: ha recitato al cinema in Io e lei di Mariasole Tognazzi, Un Matrimonio da Favola di Carlo Vanzina, L'amico di famiglia di Paolo Sorrentino, Sotto mentite spoglie di Vincenzo Salemme, Assolo di Laura Morante, nella versione cinematografica Boris – Il film del 2011.

I più la ricorderanno come Itala in Boris, con Francesco Pannofino protagonista: entrò nella serie nel 2007, nel ruolo di una segretaria che vanta conoscenze, che non si ammazza certo di lavoro, che ha quel lavoro perché raccomandata. E, frutto delle sbronze del suo personaggio (il personaggio era soprannominato la Brunella di Montalcino), a Italia capitavano gaffe folli come scambiare Paolo Sorrentino con Alan Sorrenti.