Rocco Schiavone, torna su Rai2 con Giallini il vicequestore fuori dalle regole

Le storie del poliziotto fumatore non vanno su Rai1 come indicava il palinsesto. Per Freccero è una fiction adatta al secondo canale

Marco Giallini nei panni di Rocco Schiavone

Marco Giallini nei panni di Rocco Schiavone

GdS 30 settembre 2019
Fuma a ritmo forsennato, ogni tanto fuma pure una canna, parla con la moglie morta, il vice questore Rocco Schiavone ha metodi d’indagine poco ortodossi eppure scova sempre la risposta, pur se qualche volta l’esito della vicenda è drammatico e il lieto fine non è obbligatorio. Schiavone è un ufficiale poco ortodosso, ha trascorsi anch’essi poco ortodossi: dai romanzi e racconti di Antonio Manzini, editi da Sellerio, torna in tv con il volto e le occhiate di Marco Giallini nella terza stagione televisiva. L’attore ha liquidato le polemiche per il tanto fumare del personaggio in modo diretto: lui stesso fuma moltissimo, “e non è una battuta”.

La serie va in onda da mercoledì 2 ottobre alle 21.20 su Rai2. Non va su Rai1 come era stato annunciato con i palinsesti autunnali. Il direttore di rete Carlo Freccero, alla presentazione a Viale Mazzini insieme al responsabile di Rai Fiction Eleonora Andreatta, ha detto di non aver “mai creduto allo spostamento. Rai1 è più inclusiva". A suo parere “Schiavone impone una scelta, è fatto appositamente per Rai2”.

Romano spedito ad Aosta, Giallini – Schiavone è affiancato da Isabella Ragonese, Ernesto D’Argenio, Claudia Vismara, Christian Ginepro, Lorenza Indovina, Valeria Solarino, Massimo Reale, Massimiliano Caprara, Anna Bellato, Francesco Acquaroli. Firma la regia Simone Spada, è una coproduzione Rai Fiction, Cross Productions, Beta Film.