Nadia Toffa è morta, la sua lotta con il cancro è purtroppo finita

L'inviata aveva appena 40 anni. Le Iene: "Chi ha vissuto come te non perde mai, hai combattuto con il sorriso e dignità"

Nadia Toffa

Nadia Toffa

GdS 13 agosto 2019

Ad appena 40 anni Nadia Toffa è morta. L'inviata delle Iene e conduttrice se n'è andata. La sua battaglia contro il cancro, raccontata anche con i social media, è purtroppo finita.
"Qualcuno potrebbe pensare che hai perso - hanno scritto le Iene in un post - ma chi ha vissuto come te, non perde mai. Hai combattuto a testa alta col sorriso, con dignità e sfoderando tutta la tua forza, fino all'ultimo, fino a oggi. D'altronde nella vita hai lottato sempre. Hai lottato anche quando sei arrivata da noi, e forse é per questo che ci hai conquistati da subito. È stato un colpo di fulmine con te, Toffa".
Nel post in cui gli autori del programma Mediaset hanno annunciato la scomparsa della giornalista, hanno scritto tra l'altro: "Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta: il cancro. Non ci resta che sperare che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto. Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso potrebbe consolarci. Niente per noi sarà più come prima".

Nata a Brescia nel 1979, laureata in lettere all'università di Firenze, Nadia Toffa esordì in televisione a 23 anni su Telesanterno, emittente locale dell'Emilia Romagna. Ha poi lavorato a TeleBrescia e, dal 2009, come inviata del programma Mediaset Le Iene. Toffa ha fatto servizi sul diffondersi delle slot machine, sui tumori tra Napoli e Caserta, di smaltimento illecito di rifiuti in Campania. Nel 2015 ha vinto il premio Ischia di giornalismo.


Il comunicato de Le Iene


"È stato tanto facile piacersi, inevitabile innamorarsi, ed è proprio per questo che è cosi difficile lasciarsi. Il destino, il karma, la sorte, la sfiga ha deciso di colpire proprio te, la NOSTRA Toffa, la più tosta di tutti, mentre qualcuno non credeva alla tua lotta, noi restavamo in silenzio e tu sorridevi. Sei riuscita a perdonare tutti, anche il fato, e forse anche il mostro contro cui hai combattuto senza sosta... il cancro, che fino a poco tempo fa tutti chiamavano timidamente 'Il male incurabile' e che, anche grazie alla tua battaglia, adesso ha un nome proprio".
"'Non bisogna vergognarsi di guardarlo in faccia e chiamarlo per nome il bastardo - dicevi - che magari si spaventa un po' se lo guardi fisso negli occhi'. E dato che sei stata in grado di perdonare l'imperdonabile, cara Nadia, non ci resta che sperare con tutto il cuore che tu sia riuscita a perdonare anche noi, che non siamo stati in grado di aiutarti quanto avremmo voluto".
"Ed ecco le Iene che piangono la loro dolce guerriera, inermi davanti a tutto il dolore e alla consapevolezza che solo il tuo sorriso, Nadia, potrebbe consolarci, solo la tua energia e la tua forza potrebbero farci tornare ad essere quelli di sempre. Niente per noi sarà più come prima".


Le reazioni


Ha saputo tenere insieme il coraggio di chi vuole 'illuminare le oscurità' con il rispetto per la dignità di ogni persona, a partire dalle più povere e disperate". Così il presidente della Fnsi, Beppe Giulietti, commenta la scomparsa di Nadia Toffa.
"Purtroppo oggi ci lascia una grande guerriera come Nadia Toffa... Riposa in Pace...". Lo scrive su facebook l'attore Alessandro Siani, postando anche una foto della Toffa sorridente.


"Ha avuto una forza straordinaria, ha saputo lottare con dignità e coraggio". Così su facebook il direttore del Tg La7, Enrico Mentana, ricorda Nadia Toffa.