Anzaldi: il Tg2 fa propaganda a Salvini con i soldi del canone, presente il triplo rispetto ad altri leader

Il segretario della Commissione Vigilanza: "paghi di tasca propria il direttore del Tg2, non è possibile che un servizio pubblico faccia propaganda in questo modo"

Salvini al Tg2

Salvini al Tg2

GdS 6 agosto 2019
Come denuncia il segretario della Commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi, riportando i dati dell'Osservatorio di Pavia, "Nel mese di luglio Matteo Salvini al Tg2 ha avuto almeno il doppio (a volte anche il triplo) di tempo di tutti gli altri leader e il doppio di tempo che ha negli altri tg". 
"Una tendenza ormai consolidata da mesi, uno squilibrio evidente che fa a pezzi il pluralismo e conferma che il Tg2 è stato trasformato il TeleSalvini. Senza contare che premier e vicepremier considerati complessivamente hanno avuto 6 volte il tempo del leader del principale partito di opposizione. Sei a uno è una percentuale davvero senza precedenti. Mi auguro che i responsabili del Pd presentino al più presto un esposto e che l'Agcom sanzioni sul serio, non si giri dall'altra parte" ha scritto su Facebook Anzaldi. 
"A pagare sia il direttore del Tg2 - prosegue - di tasca sua, non possono essere i cittadini con il canone a saldare la propaganda di Salvini. Perché un telegiornale del servizio pubblico, pagato da tutti i cittadini, riserva questo trattamento di favore al ministro dell'Interno? L'amministratore delegato Salini ha il dovere di spiegare: sbagliano Tg1 e Tg3, che dedicano a Salvini sostanzialmente lo stesso tempo degli altri leader, o sbaglia il Tg2, che gli raddoppia i tempi? Delle due, l'una. Al Tg2 Salvini ha avuto 11 minuti, rispetto ai 5 del Tg1 e 4 del Tg3: più del doppio degli altri tg. E anche il doppio degli altri leader: per Conte e Di Maio 6 minuti, 4 per Zingaretti. Se si considerano Conte-Salvini-Di Maio insieme, hanno avuto 19 minuti al Tg1 contro 5 di Zingaretti, 23 contro 4 al Tg2, 12 contro 3 al Tg3. Numeri da esposto, appunto".