Il visionario Bosch in tv con Rushdie, Pamuk e Ludovico Einaudi

Su Sky Arte il documentario sul trittico del “Giardino delle delizie”. Con musicisti, scrittori, artisti e neuroscienziati

Un fotogramma con Ludovico Einaudi dal film tv  “Bosch. Il giardino dei sogni”

Un fotogramma con Ludovico Einaudi dal film tv “Bosch. Il giardino dei sogni”

GdS 28 maggio 2019
Hieronymus Bosch (1453-1516) è uno dei pittori più visionari della storia. È un profluvio di visioni, enigmi e incursioni del mondo fantastico “Il Giardino delle Delizie Terrene”, trittico conservato al Prado di Madrid. Parlano della loro visione dell’artista e dell’opera scrittori come Salman Rushdie, Orhan Pamuk, Cees Nooteboom, neuroscienziati, artisti e storici dell’arte nel documentario “Bosch. Il giardino dei sogni”: dopo essere passato dalle sale cinematografiche va in onda su Sky Arte giovedì 30 maggio alle 21.15 (canale 120 e 400). Firma il film José Luís López Linares.

«Nato a ‘s-Hertogenbosch, nelle terre dei duchi di Borgogna, Bosch è l’artista che più di ogni altro è riuscito a fondere la cultura figurativa fantastica ed esotica del Medioevo e le nuove istanze del Rinascimento fiammingo», rammenta la nota di Sky Arte. Davanti alla telecamera discutono del “Giardino delle delizie terrene” tra gli altri artisti come Miquel Barceló, musicisti come Ludovico Einaudi, drammaturghi, illustratori, Pilar Silva (curatore della mostra “Bosch, l’esposizione cinquecentenaria” al Museo Nazionale del Prado) e Xavier Salomon (Peter Jay Chief Curator della Frick Collection di New York).