L'annuncio a sorpresa di Netflix: acquistati i diritti de Le Cronache di Narnia, sarà una serie tv

Il ciclo di romanzi di C.S. Lewis, già portato al cinema, è stato acquisito da Netflix che ha annunciato l'intenzione di ricominciare il franchise

Le cronache di Narnia

Le cronache di Narnia

GdS 3 ottobre 2018

A grande sorpresa oggi Netflix ha annunciato di aver acquistato tutti i diritti dei sette libri della saga de Le Cronache di Narnia, il famoso ciclo di romanzi per ragazzi scritto da C.S. Lewis e già portato al cinema con tre film (Il Leone, la Strega e l'Armadio; Il Principe Caspian; Il Viaggio del Veliero) che però non hanno mai riscontrato un grosso successo di pubblico, oscurati dai più fortunati Il Signore degli Anelli e Harry Potter. 


Ma il gigante dello streaming ha annunciato la sua intenzione di voler ricominciare la saga da zero, forse dal primo libro della serie (Il Nipote del Mago), mai arrivato al cinema. La notizia è particolarmente importante perché appare decisamente una risposta ad Amazon e alla sua serie kolossal tratta da Il Signore degli Anelli, annunciata da ormai più di un anno ma ancora in lavorazione, dati i costi e le difficoltà di produzione. Anche a livello letterario i due cicli di romanzi sono sempre stati "rivali", essendo Tolkien e Lewis vissuti nello stesso periodo (ed essendo i due anche in buoni rapporti di amicizia). 


Le Cronache raccontano le avventure nel mondo immaginario di Narnia, creato dal leone Aslan e dominato per lungo tempo dalla terribile Strega di Ghiaccio (interpretata nella versione cinematografica da Tilda Swinton), che incontrerà pane per i suoi denti quando quattro ragazzi umani, i fratelli Pevensie, riescono ad arrivare nel mondo incantato attraverso un armadio guardaroba. Questo almeno è il racconto nel secondo libro della saga, ma il mondo di Narnia è vasto e Netflix ha materiale per creare un vero e proprio kolossal. Vedremo se sarà in grado di regalare a Narnia una vita televisiva più fortunata di quella cinematografica.