Emmy, stravince The Handmaid's Tale. Trionfo per Nicole Kidman

La serie prodotta da Hulu si aggiudica sette premi. Benissimo anche Big Little Lies su HBO con Kidman nei doppi panni di produttrice e attrice. A bocca asciutta The Young Pope di Sorrentino

Nicole Kidman sul set di Big Little Lies

Nicole Kidman sul set di Big Little Lies

GdS 18 settembre 2017

The Handmaid's Tale è il grande vincitore della 69ma edizione degli Emmy Awards, i premi americani che vanno al meglio della produzione del piccolo schermo. La serie prodotta dalla piattaforma digitale Hulu, si porta a casa ben sette Emmy: migliore serie drammatica, migliore attrice drammatica Elisabeth Moss, migliore attrice non protagonista Ann Dowd, migliore sceneggiatura, migliore regista, migliore attrice "guest star" , migliore design e fotografia.
Trionfo anche per Big Little Lies, la miniserie di HBO che racconta il subdolo mondo delle violenze domentiche e che vedeva nel doppio ruolo di produttrici e protagoniste Nicole Kidman e Reese Whiterspoon. Sei le statuette che si porta a casa, fra cui migliore miniserie, migliore attrice non protagonista, Laura Dern, migliore attore non protagonista, Alexander Skarsgård, migliore regia e migliore attrice protagonista, la favoritissima Nicole Kidman, che nel suo discorso di accettazione ha parlato dell'importanza di certe produzioni per fare passare al pubblico messaggi importanti come quello della lotta alla violenza domestica.
Resta a bocca asciutta The Young Pope di Paolo Sorrentino. Bocciati anche i due mostri sacri in gara: Kevin Spacey per House of Cards, candidato da molti anni e sempre uscito deluso dalla serata degli Emmy, e Anthony Hopkins per Westworld.