'The Pope': la 'real serie' della Netflix che sfida Sorrentino

La nuova serie metterà a confronto il pontificato di Bergoglio e quello di Ratzinger: Jonathan Pryce e Anthony Hopkins li interpreteranno

Ratzinger e Bergoglio

Ratzinger e Bergoglio

GdS 11 settembre 2017

Il controversissimo ‘The Young Pope’ ha fatto molto parlare di sé, e Netflix si è mostrata pronta a ribattere. In anticipo sull’arrivo della seconda serie di Sorrentino, ‘The New Pope’, il canale più noto del web ha annunciato l’arrivo di una nuova serie tv che tratterà la storia di due pontefici: ‘The Pope’.


Pontefici estremamente reali: lo sceneggiato racconterà infatti di Joseph Ratzinger (interpretato da Anthony Hopkins) e di Papa Francesco (interpretato da Jonathan Pryce).


Le riprese inizieranno a novembre in Argentina, Netflix lo distribuirà in tutto il mondo, la regia è stata affidata a Fernando Meirelles (City of God, The constant gardener - La cospirazione) che con Hopkins aveva già lavorato in Passioni e desideri del 2011. Il film racconterà il momento storico che va dall'elezione di papa Ratzinger alle sue dimissioni, o più correttamente al giorno della sua "rinuncia al ministero di vescovo di Roma successore di San Pietro", comunicata nel febbraio del 2013, all'elezione di papa Bergoglio, il mese successivo.
Ma l'intenzione, spiegano gli autori (la sceneggiatura è di Anthony McCarten, che ha scritto fra l'altro La teoria del tutto e Darkest Hour, il film in cui Gary Oldman interpreta Winston Churchill) è anche quella di esplorare le relazioni e le diverse visioni del mondo dei due più potenti leader della Chiesa cattolica e in che modo il passato e la storia personale di entrambi abbia influito, e stia influendo, sui loro pontificati.