Lettera a Salini: "Il Tg2 ricorda troppo il triste Tg4 di Emilio Fede"

Un insegnante scrive all'amministratore delegato della Rai per lamentarsi di una testata eccessivamente di parte.

Saxa Rubra

Saxa Rubra

GdS 8 luglio 2019
Giuseppe Maurizio Piscopo, insegnante, musicista e scrittore ha inviato una lettera all'amministratore delegato della Rai per lamentarsi di quella che, a suo dire, è una gestione troppo faziosa del Tg2.
Gentile Dott. Salini ieri ho seguito il Tg2 delle ore 13,00. Sono rimasto molto colpito  per lo spazio eccessivo dedicato a Salvini e a Forza Italia con inquadrature accattivanti ed un testo di endorsement  e di conferma nei confronti di questi partiti e delle loro idee. Gradirei ricordare all'attuale direttore  del Tg2 Gennaro Sangiuliano che la Rai non è il suo giornale. La Rai è il Servizio Pubblico e deve cercare l'obiettività il più possibile lasciando lo stesso spazio agli altri partiti e scegliendo anche argomenti interessanti e che possano far crescere l'opinione pubblica. Il Tg2 non può piantare bandiere di parte. Per un momento mi è venuto in mente il Tg4 di Emilio Fede un fenomeno tristissimo da studiare nei corsi di giornalismo.