"Ahia" ci racconta con tenerezza com'è difficile diventare bambini

Lucia Zotti e il maestro burattinaio Scarimboldi dai Teatri di Bari all'India di Roma con uno spettacolo illuminante e per tutte le età

"Ahia", foto Punes

"Ahia", foto Punes

GdS 24 gennaio 2018

Un’anima che non vuole saperne di venire al mondo a differenza di tutte le altre. E l’Ufficio nascite fatica non poco a convincerla a oltrepassare la soglia. È lo spettacolo teatrale (adatto a tute le età) “Ahia” del progetto Senza Piume Teatro con Teatri di Bari che approda al Teatro India di Roma venerdì 26 gennaio alle 18, il 27 e 28 gennaio alle 16. Firma la drammaturgia e la regia Damiano Nirchio. Con un'attrice di lunga esperienza come Lucia Zotti e il maestro burattinaio Raffaele Scarimboldi, “Ahia” ha ricevuto i premi “Eolo awards 2017” come migliori spettacolo, drammaturgia e interpretazione.


“Una donna anziana racconta dell’essere bambini, della paura del dolore e
delle piccole e grandi difficoltà: la fatica, la delusione, la paura di non farcela, la
malattia. E di quel rifiuto, dei piccoli come dei grandi, di affrontare e attraversare
tutto ciò che non è piacevole, facile, immediatamente ottenibile, faticoso”, si legge nelle note di presentazione.