Gianrico Tedeschi, la sua lettera all'Anpi: "Siete la colonna della democrazia"

L'associazione dei partigiani ricorda con affetto l'attore antifascista che fu rinchiuso in un lager nazista per aver rifiutato l'adesione alla Repubblica di Salò

Gianrico Tedeschi

Gianrico Tedeschi

GdS 28 luglio 2020
La morte di Gianrico Tedeschi, decano del teatro italiano e antifascista che sopravvisse ai lager di prigionia nazisti dove era rinchiuso per aver rifiutato l'adesione alla Repubblica di Salò, commuove profondamente l'Anpi, l'Associazione nazionale partigiani d'Italia, che saluta "con estrema tenerezza e commozione" l'attore, sottolineandone l'impegno antifascista. 
In un post su Facebook, l'Anpi sottolinea che la sua morte è "un dolore per tutti noi" e ricorda il messaggio che Tedeschi inviò all'Associazione per ringraziarla degli auguri per i suoi 100 anni: "...quel no è oggi 25 aprile lo stesso e anche più forte e consapevole di fronte al pericolo che si tenti di annacquare o dimenticare i valori fondanti della democrazia di cui voi, Anpi, siete una colonna".