#ilteatrononsiferma con il Coronavirus: storie e prove d’attore online e in tv

Dalla Toscana a Napoli, da Milano e Liguria alla Rai, un ventaglio di proposte sul web e sul piccolo schermo

Stefano Accorsi nel recente film di Ferzan Ozpetek "La dea fortuna"

Stefano Accorsi nel recente film di Ferzan Ozpetek "La dea fortuna"

GdS 17 marzo 2020
di Ste. Mi.

#ilteatrononsiferma con il Coronavirus. Con lo stop forzato lo spettacolo s’ingegna per trovare modi di sopravvivenza temporanee via web perché niente potrà sostituire la presenza fisica, le parole, i suoni, i riverberi e gli odori di una sala con altri spettatori ma chissà che non prendano forma o si rafforzino altri modi di comunicare che aiutino e diano nuova linfa alle forme a cui siamo abituati da secoli.

Qui sotto, segnaliamo iniziative di alcuni teatri e compagnie online mentre il sipario resta calato. Va da sé: ne potete trovare molte altre, in rete, e non meno stuzzicanti e inventive.

Da Accorsi a Favino, interpreti d’eccellenza con il Teatro della Toscana
Da Firenze la Fondazione Teatro della Toscana ha avviato venerdì sera la “Firenze tv” con il suo direttore artistico Stefano Accorsi: l’attore alle 20.45 (l’orario d’inizio consueto degli spettacoli) leggeva pagine da “Sillabari” di Goffredo Parise. Dopo Marco D'Amore sono intervenuti Michele Santaremo e Maurizio Lombardi
Contro il silenzio da virus il canale youtube con la Fondazione Firenzetv https://tinyurl.com/firenzetv propone “video originali creati ad hoc” con interpreti d’eccellenza quali Accorsi, Pierfrancesco Favino, Giancarlo Sepe, Gabriele Lavia, Andrée Ruth Shammah, Glauco Mauri e molti altri.
Ai nomi affermati aggiungono propri interventi i Nuovi (il programma di gestione totale del Teatro Niccolini affidato da due anni a giovani, clicca qui) e la Scuola di formazione del mestiere dell’attore l’Oltrarno diretta da Favino. FirenzeTv è curata dal Centro studi della Fondazione con l’emittente fiorentina Controradio.

Una fiaba al giorno dal “Cunto de li cunti” da Napoli
Da Napoli Mariano Bauduin ha avviato sabato 14 un programma, ovviamente via internet, sulla raccolta del “Pentamerone” di Giovan Battista Basile che titola “Lo cunto de li cunti – nella città di Napoli durante la terribile pandemia dell’a.d. 2020”. Con The Beggars’ Theatre di San Giovanni a Teduccio , Gli Alberi di Canto Teatro e un nutrito gruppo di “cuntisti” (vale a dire narratori) che raccontano 49 novelle. I video sono di Pasquale Caso e Ambra Proietti, la regia dello stesso Bauduin: “L’idea è realizzare con i mezzi a disposizione di ognuno dei cuntisti (smartphone, tablet, telecamere) dei video racconti dell’intero Cunto de li cunti”. Giusto per ricordarlo: è la raccolta di 50 fiabe in napoletano scritte da Giambattista Basile, edite fra il 1634 e il 1636 ispirato al Decameron del Boccaccio e da cui Matteo Garrone ha tratto il recente film nel 2015.
Ogni video deve durare circa venti minuti “con musiche legate al repertorio della tradizione campana composto da villanelle, moresche, canti a distesa e carnevaleschi “I video – avvisano ancora gli organizzatori - uno al giorno come in un vero rito collettivo, saranno diffusi attraverso i canali social del The Beggars’ Theatre e faranno parte della programmazione culturale online dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli”.
Su Facebook: https://www.facebook.com/beggarstheatre/

Racconti in tempo di peste con d’Elia e Teatro Ligure
La milanese Compagnia Corrado d’Elia e il Teatro Pubblico Ligure si sono uniti e hanno avviato “Racconti in tempo di peste”, a firma di d’Elia e Sergio Maifredi: propongono per cento giorni un racconto al giorno affidati ad attori, artisti, scrittori, giornalisti, poeti, musicisti. “Perché l’arte, la parola, la musica è ciò che ci fa sentire insieme oltre la paura”. “Ogni giorno in scena da mezzogiorno in punto su www.corradodelia.it/raccontintempodipeste o su www.facebook.com/raccontiintempodipeste”.

La Coscienza di Zeno con l’Emilia Romagna Teatro
La Fondazione Emilia Romagna Teatro - Ert ha pubblicato su youtube una maratona lunga molte ore, scandita in più tronconi, dove attrici e attori si alternano nella lettura della “Coscienza di Zeno” di Italo Svevo. La trovate andando sul canale video e cercando come “Emilia Romagna Teatro Coscienza di Zeno”

Da Ranieri a Servillo, da Emma Dante a Gassman: la prosa in Rai
La Rai dà più spazio alla prosa ora che la prosa non va nei suoi luoghi naturali. In prima serata il giovedì Rai3 propone tre commedie di Eduardo De Filippo interpretate dal versatile Massimo Ranieri: “Questi fantasmi” il 19, “Napoli milionaria” il 26, “Sabato, domenica e lunedì” il 2.
Rai-Play propone spettacoli recenti firmati da interpreti e/o registi come Mario Martone, Emma Dante, Marco Paoli, Ascanio Celestini, Emma Dante. Rai Teche attinge al suo sterminato bacino storico con i nomi più grandi del nostro teatro: Dario Fo e Franca Rame, Franca Valeri, Pupella Maggio, Paolo Poli, Vittorio Gassman, De Filippo e molti altri