Bullismo, maestri e genitori nel “Nodo” con Ambra Angiolini e Ludovica Modugno

Debutta uno spettacolo nelle sale e nelle scuole. La regista Sinigaglia: “Il testo di Johnna Adams parla di insegnanti sottopagati e famiglie che difendono i figli”

Ambra Angiolini e Ludovica Modugno nel “Nodo”

Ambra Angiolini e Ludovica Modugno nel “Nodo”

GdS 7 gennaio 2020
Al Teatro dei Rozzi di Siena sabato 11 e domenica 12 va in scena in prima nazionale “Il nodo”, spettacolo con Ambra Angiolini e Ludovica Modugno della nuova drammaturga statunitense Johnna Adams con testo che, informano le note stampa, indaga il bullismo e le ragioni da cui scaturisce. E cerca di risalire a eventuali responsabilità: scuola, famiglia o entrambi?

Bene intanto mettere in scena testi di nuovi drammaturghi. Il dramma è inserito nel cartellone della sala diretta quest’anno da Alessandro Benvenuti, prodotto da Società per Attori e Goldenart Production, organizzato dalla Fondazione Toscana spettacolo e dal Comune senese. Con la regia di Serena Sinigaglia, il dramma vede le due attrici in un confronto aspro tra insegnante di una prima media e una madre di un suo allievo sospeso e tornato a casa pieno di lividi. “È una vittima del bullismo o è lui stesso un molestatore?”

Il testo è ambientato in una scuola media vicino a Chicago, ma può essere tranquillamente una scuola del nostro Paese. “Il nodo – afferma Serena Sinigaglia – non è semplicemente un testo teatrale sul bullismo (il che, comunque, basterebbe a renderlo assolutamente attuale e necessario), è soprattutto un confronto senza veli sulle ragioni intime che lo generano. Osa porsi domande assolute come accade nelle tragedie greche, cerca le cause e non gli effetti”. E aggiunge: “Viviamo in una società dove i genitori troppo spesso difendono ad oltranza i loro figli, difendendo in realtà nient’altro che se stessi. Una società dove gli insegnanti sono sottopagati e poco, pochissimo considerati. Una società dove un qualsiasi ragazzo ha il diritto di sentenziare sulla validità dell’insegnamento. Una società dove a volte fare l’insegnante è un ripiego, non il più nobile degli incarichi”.

Il nodo andrà al Teatro dei Differenti di Barga (18 febbraio), al Teatro Signorelli di Cortona (19-20 febbraio), al Teatro del Popolo di Rapolano (21 febbraio), al Teatro dei Servi di e Massa (22-23 febbraio). Accanto al tour teatrale lo spettacolo va anche in tour nelle scuole secondarie italiane a partire da Siena, venerdì 10 gennaio, all’Istituto di Istruzione Superiore Tito Sarrocchi.