L'amara ironia di Ascanio Celestini: "La Sea Watch mi ricorda una barzelletta sugli ebrei..."

L'artista amareggiato vede nell'attuale odio contro i migranti quello che c'è contro gli ebrei

Ascanio Celestini

Ascanio Celestini

GdS 26 giugno 2019

Amara ironia di un artista che ha sempre cercato di far più ragionare gli spettatori che divertirli in senso stretto.


"Rispetto a quello che sta succedendo in queste ultime ore in un porto italiano molto a Sud, mi viene in mente una barzelletta che si raccontava anche sugli ebrei. Qual è la differenza fra una tragedia e una catastrofe? Una tragedia è quando un barcone di africani cola a picco, una catastrofe è quando sanno nuotare e arrivano in porto lo stesso".


Sono le parole di Ascanio Celestini a commento della vicenda della Sea Watch 3, bloccata di fronte al porto di Lampedusa con 42 migranti a bordo, intervenuto stasera a 'Be Pop! Senza perdere l'amore', rassegna di incontri sui diritti in corso fino al 4 luglio al Caffè' Nemorense di Roma.