Pippo Delbono ha perso il suo "matto" Vincenzo Cannavacciuolo

L'attore è morto a 82 anni. Il regista che agisce fuori dalle convenzioni lo aveva portato da un manicomio al palcoscenico

Vincenzo Cannavacciuolo in "La gioia" di Pippo Delbono

Vincenzo Cannavacciuolo in "La gioia" di Pippo Delbono

GdS 4 febbraio 2019
Pippo Delbono ha perso il suo attore Vincenzo Cannavacciulo. Da "Barboni" nel 1997 a "La gioia" nel 2018, "Bobò" è morto l'altro giorno a 82 anni per una polmonite. Era un personaggio particolare: un attore che aveva trascorso gran parte della vita nel manicomio di Aversa e che il regista ligure portò nella sua compagnia dove accanto ai professionisti recitano un ex barbone, Nelson, l'ex barbone Nelson, il poliomelitico Armando, il down Gianluca.

Vincenzo Cannavacciulo era nato nel 1936 microcefalo e sordomuto, finì in manicomio a 16 anni: ha recitato in una dozzina di spettacoli e di opere liriche firmate dal regista. Delbono oltre a portarlo in scena gli aveva dato un tetto, la sua stessa casa. E all'Ansa il regista ha detto: Vincenzo "vive con me, lavora con me, ha girato tutto il mondo con noi, a lui è cambiata completamente la vita e anche a me, anche a noi".