Enrico Brignano "Innamorato perso" riempie i palasport

Con il suo one-man show il conduttore-attore aggiunge repliche alle date fissate. In tour a Milano, Torino, Firenze, Bologna e altre città

Enrico Brignano

Enrico Brignano

GdS 14 gennaio 2019
Enrico Brignano è in tour con un one-man show, "Innamorato perso", e sta registrando sold-out e richieste di repliche tanto che deve aggiungere date su date dopo aver fatto il pieno per sei serate al Palasport di Roma.
Lo spettacolo, prodotto da Max Produzioni in collaborazione con Vivo Concerti, arriva adesso al Mediolanum Forum di Assago (Milano) giovedì 17 e l'artista ha aggiunto una data, venerdì 18 gennaio, tanta era la richiesta degli spettatori.
Brignano ha raddoppiato gli appuntamenti al Pala Alpitour di Torino (alla serata del 23 gennaio, andata presto esaurita, si è aggiunta quella del 24) e al Nelson Mandela Forum di Firenze da due sono diventate tre (il 28, il 29 e il 30 gennaio).
Dopo, Brignano sarà all’Unipol Arena di Bologna-Casalecchio di Reno (2 febbraio), a Perugia (14 febbraio al Pala Barton); a Brescia (16 e 17 febbraio al Gran Teatro Morato); a Padova (dall’8 al 10 marzo al Gran Teatro Geox); Rimini (il 20 marzo al Rds Stadium); Ancona (il 23 marzo al PalaPrometeo); Napoli (il 26 marzo al PalaPartenope); Montecatini Terme (il 31 marzo al Teatro Verdi); Acireale (il 13 aprile al Pal’Art Hotel); Bari (il 18 aprile al PalaFlorio).

Il filo dello show? L'innamoramento. "Le mani che sudano, le ginocchia che tremano, la salivazione azzerata e la lingua felpata … tutti sintomi che indicano l’innamoramento. O la malaria. Dal momento che il medico ha escluso qualsiasi malattia, è apparso evidente che Brignano fosse in preda a un folle innamoramento", dicono le note sullo show. Che parla d'amore in tempi di haters, di odio social, di polemiche, di baruffe politiche e di disastri ambientali" (ma non sono "baruffe politiche" quando c'è chi incita all'odio e quando neofascisti minacciano e assalgono giornalisti dell'Espresso perché vogliono documentare quando fanno i fascisti e i razzisti). 
In due ore Brignano accompagna il pubblico con un corpo di ballo, musiche originali, per ridere di sé e delle conseguenze di un sentimento che non è una malattia anche se ne presenta i sintomi. Hanno scritto i testi “Innamorato Perso”, oltre a Brignano, Mario Scaletta, Riccardo Cassini, Manuela D’Angelo e Luciano Federico.

Biglietti su TicketOne.it e nei punti vendita e prevendite abituali.