Arte e natura si abbracciano al Furlo nell’Appennino marchigiano

Da sabato 21 agosto tornano le camminate tra opere d'artista, performance e mostre con la "Land Art al Furlo". La tutela della biodiversità tra i principi degli organizzatori 

La copertina della XII Land Art al Furlo 2021

La copertina della XII Land Art al Furlo 2021

redazione 20 agosto 2021
Si rinnova un appuntamento molto frequentato e amato dai visitatori con la Land Art, quell’arte che si immerge e fonde con il paesaggio: è la Land Art al Furlo nelle Marche, arrivata alla dodicesima edizione organizzata come sempre dalla Casa degli Artisti a Sant’Anna del Furlo, nel Comune di Fossombrone nella provincia di Pesaro e Urbino.  Non pensate a una mostra d’arte consueta: qui ci si immerge in percorsi nella natura tra boschi, sentieri e opere pensate per il luogo. 
Il titolo di questo 2021 è “Cento passi, tre fontane, dieci trame” e l’appuntamento si dipana da sabato 21 agosto al 5 settembre. La Casa degli artisti, che vede come presidente Antonio Sorace e come cofondatrice Andreina De Tomassi, che ha tra i suoi principi fondanti “la salvaguardia della biodiversità, non solo vegetale, e la difesa dell’arte sostenibile”, ha selezionato più autori tramite “chiamate d’artista” e ha tre proposte: “Il cammino dell’arte” è un percorso ad anello in via di realizzazione che tra cinque anni avrà opere di cento artisti;  “Tre fontane” sono tre opere in punti diversi di Niccolò Amadori, Antonio Sorace e Michele Picone; la mostra “Ricucire il mondo dopo il pandemonio”, che nella Galleria Elettra espone opere di arte tessile di undici artiste. 

Come sempre la Land Art al Furlo organizza anche presentazioni, incontri, performance e si conclude con una festa. Il parco di sculture, ricorda l’ufficio stampa, rimane aperto e si può visitare tutto l’anno. 

Per tutte le info, clicca qui

Per partecipare alla giornata inaugurale del 21 agosto bisogna iscriversi all’associazione culturale “Casa degli Artisti” e si può fare anche sul posto: costa 10 euro.