Radio3 tra "tirannia e libertà" con Cortellesi, Bollani, Guccini, Urbinati e altri

L'emittente fa la sua "festa" a Cesena da venerdì 25 a domenica 27: concerti, teatro, incontri, dirette intorno un tema bruciante

La libertà di Eugene Delacroix

La libertà di Eugene Delacroix

GdS 25 maggio 2018

Pensate alla Turchia schiacciata dal pugno di ferro di Erdogan dove chi dissente finisce in carcere. A Orban in Ungheria e la sua “democrazia illiberale”. A Marine Le Pen arrivata al ballottaggio per la presidenza della Repubblica francese. Il tema “Tirannia e libertà” è drammaticamente vivo anche nella nostra Europa. Rai Radio3 quest’anno fa la sua festa a Cesena, dalle 16 di oggi 25 maggio (insieme a Loredana Lipperini del programma "Fahrenheit") a domenica 27, su un tema drammaticamente bruciante: “Tirannia e libertà”. Accanto alle parole, però, anche musica, cinema, teatro e, quando ci vuole, un po' di sana ironia.


Con dirette dal Teatro Bonci e dal Teatro Verdi, tra incontri, dibattiti, concerti, spettacoli e lo spunto raccolto da Dante che nella “Divina Commedia” descrisse la città “E quella cu' il Savio bagna 'l fianco, | così com'ella sie' tra 'l piano e 'l monte, | tra tirannia si vive e stato franco”, ovvero tra il giogo e la libertà. “Se da un lato le dittature diminuiscono, dall’altro nascono inedite “democrature”, ovvero ibridi di libertà (soprattutto economica) e autoritarismo politico, controllo della stampa e della magistratura”, scrive nel suo sito il terzo canale radiofonico Rai. Che, va riconosciuto, riesce a mantenere un'eccellenza rara perché ha gente preparata ed è al contempo un piacere ascoltare grazie alla competenza dei suoi conduttori.


Gli ospiti di Radio3? Riprendiamo sempre dal sito: “Massimo Cacciari, Sergio Romano, Nadia Urbinati, Massimo Mantellini, Luigi Zoja”, tra i tanti. “Spettacoli musicali e teatrali, con Laura Curino, Stefano Bollani (confidiamo di sentire l’impagabile e surreale Dottor Djembè, ndr), Mario Perrotta e Neri Marcoré, incontri con scrittrici/scrittori e con attrici/attori, come Francesco Guccini, Loriano Macchiavelli, Alessandra Sarchi, Paola Cortellesi, lo spazio della scienza (che farà riapparire i dinosauri), le “Lezioni di musica” con il pianoforte di Andrea Lucchesini, lo scontro epocale tra Verdi e Wagner messo in scena dai diabolici conduttori della “Barcaccia”, le brevi storie sonore di Beppe Gambetta, l’approfondimento di due casi in cui tirannia e libertà si contendono davvero il campo: l’America Latina dei desaparecidos e la Turchia del nuovo Sultano. Fino al singolare Filo Rosso tessuto dal geografo Franco Farinelli (con gli strumenti meccanici del Museo Musicalia di Franco Severi) che parte dalla storia tutta cesenate dei “Cestini da viaggio”.


Per l’intero programma e le dirette web, clicca qui per il sito di Radio3.