La procura di Milano "grazia" l'odiatore di Fedez e J-Ax: la motivazione è discutibile

L'uomo aveva scritto in rete che Fedez e J Ax erano stati arrestati per droga e ora la Procura di Milano ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta per diffamazione che lo riguarda

J Ax e Fedez

J Ax e Fedez

globalist 8 novembre 2021
Incredibile e a dir poco sconcertante motivazione quella che accompagna la richiesta di archiviazione dell'inchiesta per diffamazione per "l'odiatore" dei cantanti Fedez e J Ax.
Aveva infatti scritto in rete che Fedez e J Ax erano stati arrestati per droga e ora la Procura di Milano ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta per diffamazione che lo riguarda perché - secondo quanto riportato oggi dal Corriere della sera - è un noto fabbricante di notizie false.
La fake news sull'arresto dei due rapper risale al 2017 ed era stata pubblicata su un sito e subito ripresa online, tanto che J-Ax e Fedez fecero una smentita ufficiale tramite l'ANSA e presentarono poi una querela per diffamazione.
Il pm di Milano Isabella Samek Lodovici ha chiesto l'archiviazione dell'inchiesta perché l'indagato, un umbro di 38 anni, è "noto come "il re della bufala sociale italiana" con all'attivo numerose fake news.
La difesa di Fedez si è opposta all'archiviazione, spiegando che "la disinformazione non può mai essere considerata lecita".