Muore Charlie Watts, storico batterista dei Rolling Stones

Una colonna portante del gruppo fin dagli esordi, aveva 80 anni. Aveva subito da poco un'operazione

Charlie Watts

Charlie Watts

Redazione 24 agosto 2021
A 80 anni se ne va Charlie Watts, il batterista dei Rolling Stones fin dagli esoerdi della band. Il musicista aveva subito di recente un'operazione, non è stato divulgato di quale tipo, e non poteva partecipare alle prove del gruppo tra un  paio di settimane in vista di un tour.
Muore una colonna portante delle pietre rotolanti, sempre compassato, impeccabile e ironico, nonché appassionato di jazz tanto da avere fondato anche una band.



Figlio di un camionista, dopo aver studiato a una scuola d’arte come molte star del rock britannico anni ’60 e ’70 nel 1960 iniziò a suonare in gruppi rock blues. Sì unì ai Rolling nel 1963, è la figura più tranquilla e compassata in una formazione di musicisti scatenati e dalle vite al limite (un tempo, non oggi) come Jagger e Richards ed è stato considerato colui che ha spesso tenuto insieme i quattro (l’altro è Ron Wood) dal punto di vista umano. E musicalmente è stato un batterista di grande raffinatezza, precisissimo, con un tocco inimitabile. 
Anche sul fronte sentimentale Charlie Watts è un po’ una mosca bianca nell’universo musicale: si sposò nel 1964 con la pittrice e scultrice Shirley Ann Sheperd e il matrimonio ha retto. Nel 2004 gli fu diagnosticato un cancro alla gola, e guarì.